1 Ottobre Ott 2016 1300 01 ottobre 2016

Come curare sintomi dell’alga tossica

  • ...

L'emergenza della scorsa estate nei mari italiani è stata, come ribadito più volte dai media, la comparsa di un'alga marina particolarmente pericolosa, fortemente tossica per l'uomo come anche per la fauna marina locale. Il suo nome è Ostreopsis Ovata, un’alga di dimensioni microscopiche di origine tropicale che da alcuni anni ha colonizzato numerosi tratti costieri italiani. La pericolosità di quest'alga, perché di pericolosità vera e propria si tratta all'eventuale contatto, è dovuta alla sostanza tossica contenuta nell'alga che, in determinate condizioni, può provocare danni alla salute.

Se siete entrati in contatto con l'alga in questione, tra i sintomi più frequenti si avranno senz'altro febbre, faringite, tosse, difficoltà respiratoria, cefalea, raffreddore, lacrimazione, dermatite, nausea e vomito, tutti sintomi di entità non grave e che scompaiono naturalmente, senza che occorra l'utilizzo di farmaci, ma che creano comunque non pochi scompensi al nostro organismo.

Per quanto riguarda il riconoscimento, non è certamente semplice, tuttavia ricordate che si tratta di un'alga molto piccola, che si presenta come di piccoli ciuffetti di vegetazione galleggiante solitamente di colore bruno/marrone piuttosto scuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso