31 Ottobre Ott 2016 1743 31 ottobre 2016

Depilazione fai da te: eliminazione peli superflui

  • ...

Basta ai peli superflui! Vediamo come eliminarli senza andare dall'estetista.

Le nostre antenate li bruciavano passando la fiamma di una candela a pochi millimetri dalla pelle: alcune femministe non li toglievano proprio, mentre negli anni 80 il rasoio elettrico tipo Silk-epil fu una vera manna dal cielo per tantissime donne.

Gli anni 90 videro trionfare la ceretta, e al giorno d'oggi sono di moda le tecniche di depilazione di ultima generazione, come la luce pulsata, decisamente costose anche se di sicuro effetto. Se però non vogliamo affidarci all'estetista e far piangere il portafoglio, possiamo ricorrere alla depilazione fai da te.

Depilazione fai da te: il rasoio

Benché sia vivamente sconsigliato dall'estetista, il rasoio continua ad essere uno dei metodi maggiormente utilizzati per eliminare i peli superflui, specie se andiamo di fretta ma vogliamo avere le gambe lisce. L'unico inconveniente è che il rasoio va passato a giorni alterni, altrimenti rischiamo di sentire la ricrescita dei peli che 'punge'.

Depilazione fai da te: la cera a freddo in strisce

La cera a freddo in strisce si può acquistare al supermercato o in profumeria, è già pronta all'uso e si presenta in strisce unite tra di loro dalla cera: l'unica cosa che dobbiamo fare è scaldarle qualche secondo tra le mani prima di separarle ed applicarle sulla parte da depilare. Una volta effettuato lo strappo si possono unire nuovamente, scaldare, separare ed applicare, ma di solito dopo il primo utilizzo specie se i peli eliminati sono tanti è preferibile gettarle via perché perdono gran parte della loro efficacia.

Depilazione fai da te: la cera a caldo

La cera a caldo va sciolta nell'apposito pentolino scalda cera, prelevata in piccola quantità con una spatolina metallica o in legno e stesa con delicatezza sulla parte da depilare, dopodiché va rimossa con le strisce usa e getta in tessuto non tessuto. Si applica la striscia sulla cera ancora calda e poi si strappa nel verso opposto ai peli.

La cera a caldo non è consigliabile a chi non è particolarmente esperta, in quanto risulta un po' difficile se si è alle prime armi prelevare la giusta quantità di prodotto senza ritrovarsi con le gambe piene di grumi di cera che si rivelerebbero poi difficili da rimuovere.

Depilazione fai da te: qualche consiglio

Se prima di fare la cera ci accorgiamo che la nostra pelle è un po' umida o siamo sudate, applichiamo un po' di borotalco per renderla perfettamente asciutta e favorire l'adesione della cera; se dopo qualche mese che facciamo la ceretta ci rendiamo conto che abbiamo diversi peli incarniti,  è perché si sono indeboliti e non riescono a uscire. Dovremo allora depilarci per un po' con il rasoio, in modo tale che la leggera abrasione della lama apra i pori ostruiti e favorisca la fuoriuscita dei peli.

I residui di cera si eliminano con un po' di olio, tipo quello Johnsons: basta stenderlo sulla pelle e rimuovere la cera aiutandoci con una striscia in tessuto non tessuto. Dopo la depilazione, applichiamo sempre una crema alla calendula, lenitiva e rinfrescante, per eliminare i rossori e i bruciori e idratare la pelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati