31 Dicembre Dic 2016 0958 31 dicembre 2016

Come sciogliere ematoma interno

  • ...

A seguito della formazione di un ematoma bisogna seguire una prassi per cercare di farlo andare via nel più breve tempo possibile.

La prima cosa da fare è riposarsi. La soluzione migliore infatti risulta essere quella di evitare qualsiasi affaticamento della zona colpita dall'ematoma. Dunque è meglio stendersi e lasciare che la parte interessata non si affatichi inutilmente.

Ad una distanza di tempo che non superi le 48 ore dalla comparsa dell'ematoma interno si deve dunque, una volta che ci si è messi a riposo, applicare del ghiaccio, ad intervalli regolari di 10 minuti. Per far calare la temperatura della porzione interessata, bisognerà ripete questa procedura fino ad almeno 8 volte al giorno.

Si ha quindi una seconda fase, destinata al recupero, più che alla restrizione dei vasi capillari. In questo caso bisogna porre sulla parte interessata un impacco caldo. Quindi bisogna massaggiare la zona colpita, fare bagni caldi ed infine darsi agli esercizi isotonici. In pratica si garantisce la contrazione muscolare senza dover necessariamente realizzare qualsiasi movimento.

Infine si consiglia sempre di tenere la parte influenzata sollevata. Anche questo tende a non dare problemi alla pressione capillare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati