8 Marzo Mar 2017 1546 08 marzo 2017

Come cucinare le lenticchie secche senza ammollo

  • ...

Le lenticchie sono tra i legumi, quelli più utilizzati in cucina; ricchi di potassio, ferro e fosforo, sono versatili da poterle preparare in diverse varianti. Esistono diverse varietà di lenticchie, dalle più grandi e verdi, alle brune e persino rosse e in commercio le si trovano principalmente essiccate, ma è possibile acquistarle anche precotte in scatola o in barattoli.

Cuocere le lenticchie essiccate senza l’ammollo

Prendendo in considerazione che si ha acquistato delle lenticchie essiccate, la maggior parte delle persone prima di cucinarle, provvedono a metterle in ammollo già dalla sera prima. Questo passaggio serve a farle ammorbidire meglio, ma chi preferisce che le lenticchie invece che troppo morbide quasi ridotte in purea, siano più consistenti, è bene che eviti di procedere all’ammollo delle stesse.

Lavare le lenticchie secche sotto dell’acqua corrente fredda per eliminare eventuali residui di sporcizia, dopodiché versare le lenticchie in un colino per scolarle dagli eccessi di acqua. Adesso si può procedere alla cottura delle lenticchie calcolando che in base alla quantità dei legumi da cucinare, ce ne vuole il doppio di acqua, quindi per 250 gr di lenticchie servirà mezzo litro d’acqua.

A questo punto aggiungere le lenticchie all’acqua versata in pentola, far cuocere a fuoco lento senza coperchio e facendo attenzione ad evitare che arrivi a ebollizione. Il tempo di cottura sarà di mezz’ora circa e una volta che le lenticchie avranno raggiunto la giusta cottura, vanno scolate dall’acqua di cottura e solo allora potranno essere insaporite con sale ed eventuali altri aromi, in quanto versare il sale durante la cottura porterebbe le lenticchie a rimanere sempre dure.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso