25 Marzo Mar 2017 1649 25 marzo 2017

Come conservare i carciofi

  • ...

Il carciofo è un ortaggio che appartiene alla famiglia delle composite e rappresenta una vera e propria miniera di principi attivi con particolari virtù terapeutiche. Ha pochissime calorie, è molto gustoso ed ha molte fibre, oltre ad una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio. Dotato anche di proprietà regolatrici dell’appetito, vanta un effetto diuretico ed è consigliato per problemi di colesterolo, diabete, ipertensione, sovrappeso e cellulite.Inoltre è un ortaggio apprezzato per le caratteristiche toniche e disintossicanti.

Date le sue numerose virtù è una verdura ottima da conservare: ecco i diversi modi in cui si può goderne tutto l’anno.

Conservazione in frigo o al fresco

Tagliare i gambi dei carciofi obliquamente e mettere i carciofi in un vaso d’acqua riponendoli in luogo fresco. In alternativa si possono avvolgere in una carta umida e tenerli in frigo per 2 giorni.

In freezer

Sbollentare i carciofi a spicchi per un minuto, sbollentarli e farli raffreddare. Porli poi in un vassoio distanziati fra loro e congelarli. Una volta congelati si possono insacchettare e conservare in freezer per 2-3 mesi.

Sott’olio

Portare a bollore acqua e aceto al 50% con pepe, sale e aromi a piacere, lessarvi i carciofi per 3-4 minuti, scolarli e lasciarli raffreddare. Raccogliere i carciofi in appositi vasetti di vetro da conserva sterilizzati, coprirli a filo di olio evo e tapparli. Avvolgere i vasetti in un telo, immergerli in 5 cm di acqua in un pentolone e farli bollire per 20 minuti. Verificare che si sia formato il sottovuoto: in questo modo si possono conservare fino a 8 mesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati