1 Aprile Apr 2017 1043 01 aprile 2017

Come avere autostima di se stessi

  • ...

L’autostima non è affatto scontata e, soprattutto quando è scarsa, rende la visione della vita triste e malinconica. Non si riesce ad andare avanti e ci si trova bloccati nel solito punto. A volte si tratta di un momento passeggero, altre di una mancanza di fiducia in se stessi che trova la sua origine in tempi lontanissimi. Il primo passo per fare una distinzione potrebbe essere compilare un test, altrimenti è ora di mettere in pratica qualche consiglio utile.

Questione di allenamento

Se l’autostima è ai minimi storici non è facile “pensare positivo”, anzi è addirittura frustante perché ci ritrova nella condizione di incapacità di vedere il lato buono delle cose. Ed è qui che interviene l’allenamento: si inizia con piccoli gesti che poi porteranno a movimenti addirittura inaspettati, ma è fondamentale che questi partano da se stessi. Inutile pensare che l’autostima si sviluppi grazie agli altri, la sicurezza parte da dentro. L’autostima manca perché non ci si piace? Bene, è il momento di fare qualcosa cambiando la pettinatura o l’abbigliamento per avvicinarsi a se stessi perché fa sentire a proprio agio e allena all’autenticità. Non ci sono scuse, non ci sono “gli altri” ad impedire il movimento: basta un mezzo giro di chiave e anche un enorme Suv parcheggiato da anni può cominciare a muoversi.

“Perché io valgo”

Altri piccoli passi verso lo sviluppo dell’autostima sono: darsi piccoli obiettivi e mantenerli, mantenere le promesse fatte a se stessi e premiarsi. Per fare tutto questo è necessario migliorare il dialogo interiore. Farsi una domanda e darsi una risposta, purché siano realistiche. Domandarsi come mai non si è ricchi come Zio Paperone non aiuta l’autostima, chiedersi cosa si può fare per risolvere una situazione con gli strumenti a disposizione sì. Cambiare il punto di vista avvicina alla realtà e mette in situazioni anche di disagio, dove necessariamente si mettono in gioco le qualità che si hanno per uscirne. Se i discorsi sono fatti di aria allora è bene scrivere. Mettere nero su bianco cosa si è capaci di fare, quali sono stati i propri successi, anche minimi, e per questo premiarsi affermando: “Perché io valgo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso