8 Giugno Giu 2017 0815 08 giugno 2017

Cosa succede se si beve troppa acqua

  • ...

Il consumo ideale giornaliero d'acqua è un litro e mezzo, circa otto bicchieri. Mentre è credenza comune che bere tanto acqua è uno dei secreti per una buona salute, studi recenti hanno scoperto ingerirne troppa può alterare il benessere dell'organismo, causando disturbi anche gravi.

Ecco i principali problemi

1) Eccessiva sudorazione, poichè il corpo cerca di eliminare il liquido in eccesso.

2) Insonnia. Durante il sonno il cervello rilascia un ormone antidiuretico, l'ADH, che regola il funzionamento dei reni ed evita di svegliarsi per fare pipì durante la notte. L'eccesso di acqua nell'organismo, però, rende inattivo l'ormone ADH.

3) Sangue "diluito". Ad alterarsi sarebbe il ciclo sodio-potassio, due minerali fondamentali per la vita umana, e lo stato di salute delle cellule cerebrali, che aumentano di volume. Le conseguenze vanno dalla predisposizione a malattie cardiovascolari alla morte. Seppur rari in medicina sono noti casi di overdose d'acqua.

Il rene è fondamentale nella gestione dell'acqua nel corpo. Questo organo è dotato di sensori che gli permettono, in caso di assunzione di una quantità d'acqua o di sodio superiore alla norma, di aumentare l'eliminazione urinaria riportando il contenuto idrico dell'organismo entro i limiti normali, oppure di ridurla nelle condizioni di disidratazione (febbre elevata, diarrea, esposizione al calore con eccessiva sudorazione, etc). Nel caso di malattia renale esso perde questa capacità di regolazione idrica, esponendo il corpo a veri rischi. L'alterata regolazione dei liquidi corporei è specialmente pericolosa nei pazienti con malattie cardiache severe a rischio di scompenso: ad essi è consigliato di limitare l'assunzione di liquidi, anche attraverso il cibo, in quanto un eccesso d'acqua e sodio può causare scompenso cardiaco acuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati