11 Agosto Ago 2017 0906 11 agosto 2017

Come curare la cervicale in modo naturale

  • ...

Le cause della cervicale possono essere molte. Ma quelle più importanti, che causano questa patologia sono la sedentarietà e l'abitudine ad assumere posture scorrette.

Infatti, la cervicale colpisce, soprattutto, chi lavora, molto, al computer e chi guida, per molte ore al giorno, l'automobile. Naturalmente anche l'età del soggetto conta e negli anziani questo disturbo è più frequente, ma colpisce anche i giovani.

Ma vi sono, anche, ragioni psicologico-emotive che causano la cervicale. La cervicalgia, detta, anche "cervicale", può essere curata, anche, con rimedi naturali. Ecco quali.

Gli oli essenziali

Fra gli oli essenziali più consigliati, ecco il rosmarino e la lavanda che hanno effetti, totalmente, rilassanti. Bisogna effettuare, due o tre volte al giorno, massaggi con questi oli rilassanti, diluendo poche gocce di ciascuna essenza nell'olio di riso o nell'olio di mandorle dolci.

L'artiglio del diavolo

Questo è un rimedio fitoterapico. La sua radice viene venduta in erboristeria e può essere usata per creare decotti utilissimi per migliorare la funzionalità articolare.

La rosa canina

Bisignerà assumere, quotidianamente, un infuso a base di rosa canina per allentare le varie tensioni muscolari, "debellando" il mal di testa da cervicale. Si può assumere, anche, l'estratto di rosa canina in gocce.

Il ribes nigrum

Antinfammatorio e antidolorifico per eccellenza, il ribes nigrum è un potente alleato contro i dolori provocati da cervicalgia.

Gli impacchi di fiori di fieno

Fare impacchi ai fiori di fieno, applicandoli alla nuca, aiuterà ad alleviare i dolori e le varie infiammazioni.

L'importanza di sdrairsi e di adottare una postura corretta

Due rimedi naturali per combattere questa patologia sono: il primo quello di sdraiarsi, per un bel po' di tempo, dando ai muscoli la possibilità di rilassarsi. L'importante è evitare cuscini troppo spessi, perchè questi possono aumentare il dolore, invece che alleviarlo. Il secondo consiglio è, quello, di adottare, sempre, una postura corretta, per evitare l'aggravarsi di questo disturbo. Ci si può esercitare, infatti, appoggiado schiena e spalle ad un muro, tenendo il mento sollevato. Poi, fatto ciò, si può camminare in avanti, abituandosi ad adottare, gradualmente, una postura corretta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso