13 Agosto Ago 2017 1650 13 agosto 2017

cos'è la dislessia

  • ...

Con il termine “dislessia” ci si vuole riferire ad un tipo di disturbo che coinvolge esclusivamente abilità coma la scrittura e la lettura, lasciando perfettamente intatte tutte le altre aree del cervello. Il soggetto che soffre di dislessia, generalmente non dispone di altri deficit, né nel quoziente intellettivo né nelle altre abilità logiche o creative.

Come si manifesta

La dislessia si manifesta con lampanti difficoltà nella lettura che può essere o troppo lenta o caratterizzata da errori frequenti. Inoltre chi soffre di dislessia può riscontrare difficoltà nel comprendere perfettamente un testo, imparare informazioni in sequenza (giorni della settimana, tabelline matematiche, lettere dell’alfabeto etc).

Come si riconosce

Per poter riconoscere la dislessia è necessario che il soggetto abbia una età generalmente superiore ai 5 anni e sappia già leggere e scrivere. Nei primi anni delle elementari se questo mostra difficoltà superiori alla media, presenta uno scarso lessico parlando a volte con parole storpiate non di proposito, è consigliato la consultazione di un pediatra che possa determinare a seguito di alcuni test se il soggetto sia dislessico o meno.

Come si affronta

Esistono una serie di metodi, tecniche ed insegnamenti precisi e mirati in grado di contrastare la dislessia, limitandola ma non eliminandola, impartiti da professionisti del mestiere. Ai soggetti dislessici viene di solito permesso presso gli istituti scolastici di usufruire dei computer per poter prendere appunti e scrivere, poiché la digitazione su tastiera coinvolge un’area diversa del cervello rispetto a quella della scrittura manuale ove il deficit si manifesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso