16 Agosto Ago 2017 2000 16 agosto 2017

come mantenere l’abbronzatura da lampada

  • ...

Abbronzarsi grazie alle lampade a raggi UV per qualcuno può essere un’abitudine e per altri un’occasione per ottenere un po’ di colorito anche fuori stagione. L’esposizione è un processo semplice, ma si può dire lo stesso del mantenimento? Grazie anche ai consigli per un’estate sicura pubblicati dal Ministero della Salute si può avere cura dell’abbronzatura nel pieno rispetto della pelle.

Mantenere l’abbronzatura da lampada: cosa fare prima dell’esposizione

Per mantenere l’abbronzatura da lampada sarà bene prepararsi prima di esporsi ai raggi UV. Il primo accorgimento è di avere la pelle pulita e priva di profumi. Ricordarsi di applicare una crema abbronzante adatta al proprio fototipo (più la pelle è chiara, più alto sarà il fattore di protezione necessario per la crema da usare) che in genere viene offerta dal Centro presso cui si sta facendo la lampada. Dal momento che i raggi UV della lampada abbronzante agiscono solo sul derma, ossia lo strato superiore della pelle, fare uno scrub prima dell’esposizione può aiutare ad eliminare le cellule morte e rendere la pelle più reattiva.


Consigli per il mantenimento dell’abbronzatura dopo la lampada


Dopo l’esposizione è consigliato attendere almeno 48 ore prima di fare un’altra lampada; questo perché la pelle avrà così tempo di ritrovare il suo equilibrio. Prima e dopo la lampada è molto importante idratare la pelle bevendo acqua e applicando creme emollienti che aiutano a mantenere la pelle elastica. Sconsigliato lavarsi subito dopo l’esposizione, meglio aspettare 3-4 ore e preferire la doccia con acqua tiepida, usando detergenti non aggressivi. Infine, puntare a un’alimentazione ricca di betacarotene (ad esempio carote e albicocche) che aiuta a mantenere l’abbronzatura e a fissarla.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso