17 Agosto Ago 2017 0958 17 agosto 2017

Mal d'auto anziani

  • ...

Il mal d'auto colpisce, soprattutto, i bambini e gli anziani.

Negli anziani si può provare, col mal d'auto, innanzitutto un senso di disorientamento. Anche la nausea, il vomito, le vertigini, il mal di testa/cefalea e la sonnolenza sono sintomi frequenti causati dal mal d'auto negli anziani.

Inoltre le persone anziane, con i bambini, sono quelle che soffrono, di più, il caldo d'estate. Anche il caldo può causare il mal d'auto.

Ma ecco come curare il mal d'auto negli anziani.

Curare la chinetosi (mal d'auto) negli anziani con i farmaci

Diversi farmaci, prima del viaggio in auto dell'anziano, possono essere utili contro la chinetosi. Gli antimuscarici sono dei farmaci molto consigliati per prevenire il mal d'auto, per tutte le fasce d'età. La scopolamina (Transcop), per esempio, è disponibile sotto forma di cerotto medicato e deve essere applicata all'orecchio mezz'ora pima di iniziare il viaggio, per prevenire il mal d'auto nell'anziano.

Anche alcuni farmaci antistaminici possono essere d'aiuto contro la chinetosi negli anziani. La Xamanina e il Travelgum possono essere d'aiuto contro il mal d'auto. Vengono somministrate, queste medicine, per via orale: per prevenire e combattere la nausea e il vomito. La dose è di circa 20-25 mg. La somministrazione di questi farmaci è da ripetere, se necessario, dopo 3-4 ore.

L'importanza di chiacchierare e di tenere vigile la persona anziana in auto

Questo è molto importante non solo per sincerarsi, periodicamente e in brevi lassi di tempo, sulle condizioni dell'anziano nell'auto, ma è, anche, importante per capire, ogni quarto d'ora/venti minuti, le sue necessità durante il viaggio (per esempio, l'avere bisogno di farmaci, se va tutto bene con l'aria condizionata e con la sua postura assunta nell'auto, ecc.)

L'importanza di "imporre" una sosta periodica, per strada, alla persona anziana

A maggior ragione se guida, ma, ugualmente, se la persona anziana non guida e è passeggero/a, è molto importante, per strada, l'"imporre", all'anziano/a, una sosta una volta ogni ora/ora e un quarto durante il suo viaggio in auto. Questo lo/la aiuterà ad "assorbire", meglio, il viaggio e ad avere pause rigeneranti, senza soffrire di mal d'auto.

L'importanza di sincerarsi se la persona anziana ha assunto una corretta postura nell'auto

Questo è fondamentale. Bisogna, infatti, sincerarsi che la persona anziana, se passeggero, abbia assunto, nella vettura, una posizione non rannicchiata o "a penzoloni", magari soffrendo, così, di colpi di sonno. Le ultime due citate sono, infatti, le posizioni che causano, maggiormente, il mal d'auto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso