25 Agosto Ago 2017 1241 25 agosto 2017

Cos'è l’embolo

  • ...

L’embolia

L’embolia, consiste in un’ostruzione causata da un corpo estraneo come una bolla d’aria, gas (azoto), o altre formazioni abbastanza grandi da bloccare il passaggio sanguigno all’interno di una vena o di un’arteria. Qualora l’embolia sia arteriosa, si è soggetti ad un alto rischio di morte per ischemia celebrale, polmonare o anche cardiaca. L’embolia più frequente nei soggetti che ne hanno sofferto, risulta essere quella dovuta ai coaguli ematici, dovuti alla trombosi.

Sintomi

I sintomi si presentano in diverse forme a seconda della tipologia di embolia a cui si è soggetti. Nel caso di embolia polmonare l’individuo interessato può provare forti dolori al torace oppure svenimenti e affanno. Qualora l’embolia polmonare si verifichi però a causa di una trombosi agli arti inferiori, i sintomi possono risultare molto meno visibili e più graduali. L’affanno potrebbe aumentarelentamente durante lo svolgimento di attività quotidiane come il semplice salire le scale. Per quanto riguarda invece l’embolia celebrale gli effetti variano a seconda dell’area colpita.

Terapia

Per poter curare l’embolia, bisogna ricorrere ad un intervento chirurgico conosciuto come embolectomia che rimuova fisicamente il corpo estraneo, oppure si può optare per una serie di farmaci adibiti allo scioglimento dei coaguli di sangue e alla prevenzione di una loro formazione futura. Qualora si abbia a che fare con un’embolia gassosa, si procede con una terapia iperbarica disponibile presso i centri dell’ASL oppure, se in stato di emergenza, presso i centri militari della Marina Italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso