27 Agosto Ago 2017 1012 27 agosto 2017

Come curare la faringite

  • ...

La faringite streptococcica è una patologia infiammatoria di origine batteriche che si sviluppa nella zona faringea: ecco le cause, i sintomi e i rimedi validi per combatterla


La faringite: che cos'è e le cause


La faringite è una malattia di natura infiammatoria che colpisce il condotto muscolomembranoso, il quale collega le cavità nasali al cavo orale e all’esofago.
Tale patologia di natura infiammatoria colpisce cagiona dolori ed irritazione, solitamente più accentuati nelle ore mattutine e durante la deglutizione dei cibi. Molto spesso la faringite è accompagnata da febbre o da altre forme virali di natura influenzale.
Per quanto concerne le principali cause, la faringite può essere cagionata da allergie nasali, da tabagismo, da sforzi eccessivi nel parlare a voce alta; inoltre, la faringite è cagionata da un’infezione batterica e può manifestarsi a seguito di patologie influenzali e da problemi stagionali.


Faringite: sintomi


La faringite si manifesta con sintomatologie differenti: gonfiore cagionato dall’infiammazione della faringe, mal di gola, infezione, raffreddore o influenza, tosse, brochite e catarro.
Inoltre, la faringite acuta si manifesta con emicrania, dolori articolari e muscolari, irritazioni cutanee, vomito e nausea.


Come curare la faringite: rimedi


La faringite cagionata da streptococco deve esser trattata mediante l’utilizzo di un antibiotico specifico per debellare il batterio definitivamente e far scomparire i suoi terribili e dolorosi sintomi.
Ci sono alcuni validi rimedi per trattare i casi di faringite, semplici consigli da adottare e tornare a godere di una buona salute.
Oltre alla somministrazione di antibatterici (sciroppi, pasticche e caramelle per la gola), occorre seguire un piano alimentare composto da cinque pasti giornalieri completi e variegati.
Occorre evitare i cibi eccessivamente conditi e grassi, evitare le bevande acide come i succhi di frutta, il caffè o l’alcol, non mangiare poco prima da andare a dormire, consumare la cena almeno tre ore prima di coricarvi in maniera da permettere al metabolismo di assimilare tutti i macro nutrienti ed evitare problemi di reflusso gastroesofageo.
Se si è affetti da faringite, è consigliabile dormire con le gambe sollevate e con la testa appoggiata su un semplice cuscino.
Evitare di indossare abiti troppo aderenti, si preferiscano sempre gli indumenti comodi ed elastici che non inibiscano di muoversi.
Evitate tutte le possibili fonti di stress, si cerchi di dedicare più tempo alla propria salute e benessere concedendosi anche qualche minuto di riposo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso