29 Agosto Ago 2017 1045 29 agosto 2017

Come curare la cute irritata

  • ...

Se si ha spesso la cute irritata, si ha prurito e bruciore fra i capelli. Si ha, in questo caso, il cuoio capelluto sensibile. Questa è una patologia che colpisce, circa, il 60% delle donne e il 40% degli uomini e le cause possono essere diverse.

I sintomi del cuoio capelluto sensibile sono: dolore, bruciore, prurito, pelle arrossata e, nei casi limite, comparsa della forfora e caduta dei capelli.

Le cause che provocano il cuoio capelluto sensibile sono molte, fra le quali: inquinamento, stress (che genera i radicali liberi), l'uso di shampoo estremamente aggressivi, allergie e varie intolleranze alimentari, cambiamenti, ormonali, l'uso di determinati farmaci, ecc.

Ma come curare la cute irritata?

Un primo consiglio è, quello, di lavarsi i capelli non troppo frequentemente: non supeando i tre lavaggi a settimana. Solo se si fa sport frequentemente ci si deve, invece, lavare i capelli frequentemente: anche perchè il sudore può irritare il cuoio capelluto.

Un secondo consiglio è quello di proteggersi, in estate, dal sole con un cappellino. Ma anche il proteggere la cute dal freddo eccessivo, con un cappellino di lana, in inverno, può aiutare contro il cuoio capelluto sensibile.

Un terzo consiglio è quello di evitare shampoo a base alcolica.

Un quarto consiglio è quello, per il lavaggio dei capelli, di preferire prodotti delicati, meglio se naturali, che riducano il prurito. Sono l'ideale quelli poco schiumogeni e con emollienti.

Se il cuoio capelluto è particolarmente sensibile, bisogna preferire shampoo a base di vitamina B5, che creano sul cuoio capelluto una superficie protettiva, che protegge dalle aggressioni esterne.

Se si può, soprattutto in estate, bisogna asciugarsi, il più possibile, i propri capelli all'aria aperta, evitando, il più possibiile, il phon. Il phon stesso rischia, infatti, di bruciare la radice del capello.

Altro consiglio: quello di farsi massaggi al cuoio capelluto. Bsogna fare, ai capelli, una leggera pressione coi polpastrelli, cercando di muoverli in senso circolare e spostando, lievemente, il cuoio capelluto. Questo tipo di massaggio attiva la pressione sanguigna.

Come rimedi naturali contro la cute irritata, sono molto validi l'olio di Argan e quello di jojoba, ideali per curare la secchezza della cute. Bisognerà miscelare i due oli con un po' d'acqua, massaggiando, poi, i propri capelli coi polpastrelli. Anche l'aloe vera agisce su rossore e bruciore: rigenerando il cuoio capelluto sensibile.

Anche il risciacquo con aceto è un valido deterrente contro la cute irritata. Dopo lo shampoo bisogna, infatti, unire a tre tazze di acqua fredda un bicchiere di aceto di mele e il gioco è fatto. I capelli ne trarranno giovamento.

Il bere, almeno, otto bicchieri di acqua al giorno è un valido rimedio per il trattamento del cuoio capelluto sensibile.

Un ultimo consiglio, ma non per ordine di importanza, è quello di ridurre lo stress psico-fisico, conducendo un tipo di vita più "tranquilla". Anche lo stress causa l'irritazione della cute e un cuoio capelluto sensibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso