11 Novembre Nov 2017 1030 11 novembre 2017

Proprietà bacche sambuco

  • ...

Il Sambucus Nigra, detto volgarmente sambuco, è una pianta utilizzata in fitoterapia per molti e diversi scopi: appartiene alla famiglia delle Caprifoliaceae e si presenta come un arbusto o piccolo albero che, però, può anche raggiungere altezze decisamente superiori. Le foglie sono opposte a due a due, i fiori bianchi, piccoli e molto profumati; il frutto è una piccola bacca nera che viene raccolta tra maggio e giugno.

Ecco quali sono le proprietà e gli usi delle bacche di sambuco.

Proprietà delle bacche di sambuco

Le principali proprietà delle bacche di sambuco sono: diuretiche, diaforetiche, antinevralgiche, emollienti, lassative, antifibrillanti, emetiche, antireumatiche, antinfiammaotrie, depurative.

Il preparato a base di sambuco è consigliato durante il raffreddore, infezioni alle vie respiratorie, tosse, faringiti, bronchiti, riniti, stitichezza, emorroidi, aritmie, infezioni o infiammazioni alle vie urinarie, cistiti, uretriti, reumatismi, edemi da ritenzione, gotta, dermatosi, dermatite, eruzioni cutanee, nevralgie, epilessia. L'azione delle bacche è efficace su diversi organi e sistemi: cuore, cavo orale, intestino, stomaco, reni, fegato, vie urinarie e sistema immunitario.

Modalità d'uso e controindicazioni

Le bacche di sambuco possono essere utilizzate sotto forma di estratto fluido, tintura madre o come infuso e decotto. Si può preparare un decotto purgativo o un diuretico con corteccia, fiori, foglie e bacche.

Il sambuco è una bacca sicura se utilizzata nelle dosi corrette: da evitare, invece, l'assunzione dei semi e delle foglie (velenose), così come dei fiori freschi che possono irritare la pelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso