30 Dicembre Dic 2016 1932 30 dicembre 2016

Che cos'è la copia privata

  • ...

Quando si paga un compenso preciso per poter registrare su copia vergine pezzi coperti dal diritto d'autore si parla di copia privata.

Questa formula è stata introdotta per permette a chiunque volesse farlo di realizzare una copia dell'originale invece di acquistarlo, costituendo in questa maniera un risparmio davvero sostanzioso. La riscossione viene effettuata dalla SIAE stessa e distribuito fra interprete, autore e produttore.

Il pagamento della copia privata viene effettuato dal fabbricante del dispositivo atto alla registrazione o dei dispositivi vergini. Anche colui che importa questi apparecchi dall'estero è tenuto a pagare il compenso per copia privata.

Solitamente importatore e fabbricante corrispondono ma quando ciò non accada le spese vanno a carico del distributore. Con questo termine s'indica colui che vende, a dettaglio o all'ingrosso, apparecchiature atte a tale operazione nonché dispositivi vergini.

Importatori e fabbricanti devono quindi presentare agli uffici SIAE le dichiarazioni trimestrali adoperando come modello il tracciato di vendite che mette a disposizione proprio l'Ente. In questo modo è possibile adoperare le formule di calcolo di tutti i compensi dovuti a secondo dell'apparecchio utilizzato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso