26 Gennaio Gen 2017 1147 26 gennaio 2017

Dove è ambientato il cortometraggio “Piper”

  • ...

Il nuovo corto targato Pixar si chiama “Piper” ed è nato da un’idea del regista italo-canadese Alan Barillaro che ha avuto un’illuminazione proprio a poche centinata di metri dagli Studios, presso cui si stava recando.

L’ispirazione gli venne per caso, ammirando alcuni uccellini in riva al mare, intenti nelle loro azioni e nei loro movimenti, a volte apparentemente goffi.

Per la realizzazione sono state necessarie tantissime ore di studio e di ammirazione dei piovanelli, delle loro movenze e delle loro azioni, proprio sulle fredde coste della California in cui si trovano.

Il cortometraggio “Piper” è stato presentato prima della presentazione ufficiale del film di animazione “Alla ricerca di Dory” (2016), come avviene di consuetudine per i corti della celeberrima casa di produzione, il 6 aprile 2016.

L'enorme lavoro dietro il corto

“Piper” è stato realizzato con una tecnica già usata per i film di animazione “Ribelle” (2012) e “Il viaggio di Arlo” (2015): in pratica, per ogni uccellino realizzato nel corto sono state modellate a mano, e successivamente animate, circa sette milioni di piume.

Inoltre, sono stati necessari anche diversi anni di lavoro e di sviluppo per l’elaborazione di un software per migliorare la grafica complessiva. E il risultato è stato straordinario.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso