28 Gennaio Gen 2017 1645 28 gennaio 2017

Cinque motivi per rivedere "Edward mani di forbice" (1990)

  • ...

La fiaba onirica di Tim Burton “Edward mani di forbice” è diventato un vero e proprio cult per gli spettatori di tutte le età. Scopriamo insieme i cinque motivi per rivederlo:

1-linterpretazione di Johnny Depp: il film di Tim Burton portò Johnny Depp alla fama mondiale. L’attore americano, allora ventisettenne, ispirandosi a Charlot, riuscì a dare in questo film il meglio di se e si consacrò come attore per ruoli bizzarri e fuori dall’ordinario.

2-latmosfera da fiaba: il film è a metà strada tra “La bella e la bestia” e il romanzo “Frankestein”. Tim Burton riuscì a ricreare, grazie allo scenografia di Bo Welch, le atmosfere da fiaba gotica con una cittadina dove nevica sempre.

3-ultimo film di Vincent Price: l’attore famoso per i film horror interpretò in “Edward mani di forbice” il ruolo dell’inventore di Edward, apparendo per l’ultima volta sul grande schermo (morì poco dopo).

4-il trucco: tutto nel film è disegnato alla perfezione, a partire dai trucchi, soprattutto quelli applicati a Johnny Depp, che valsero la nomination agli Oscar.

5-la colonna sonora di Danny Elfman: per le musiche Tim Burton chiamò il suo fedele amico Danny Elfaman che realizzò stupende canzoni da sottofondo per la pellicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati