2 Dicembre Dic 2016 1129 02 dicembre 2016

Quando controsterzare con parcheggio a S

  • ...

Il parcheggio a S è un'operazione difficile e insidiosa, soprattutto se viene chiesta all'esame di guida. Ma non impossibile, sopratutto una volta acquisita una certa dimestichezza con la propria vettura. In particolar modo se gli spazi sono stretti, è richiesta molta attenzione da parte del guidatore, che deve essere bravo nell'operazione di sterzo e controsterzo, richiesta in questa complessa manovra.

La manovra

Decisivo appare dunque il controsterzo a sinistra. Se infatti la prima parte della manovra, con il volante girato a destra è abbastanza intuitiva, anche se da compiere con la massima precisione affinché il tutto riesca alla perfezione, è la controsterzata a sinistra che rende decisivo il procedimento fin qui svolto. Infatti, una volta raggiunti i 30 centimetri circa dal marciapiede e il metro circa dalla macchina posta dietro di noi, ha inizio questa manovra che, se fatta correttamente, porta la macchina ad incastrarsi alla perfezione nel suo spazio e, al contempo ad essere già dritta, senza bisogno di movimenti ulteriori.Una manovra difficile, dove il controsterzo risulta decisivo per l'ottima riuscita del parcheggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso