17 Maggio Mag 2018 2000 17 maggio 2018

Come entrare nella nazionale di taekwondo

  • ...

Il taekwondo è un'arte marziale coreana la cui etimologia è tae (calcio), kwon (pugno) e do (mente), considerata anche sport da combattimento a pieno contatto nonchè disciplina olimpica. Ecco in cosa consiste realmente il taekwondo e come fare per iniziare a praticarlo a livello agonistico..

Leggi anche "​Quali sono le tecniche di base del Tae Kwon Do"

Il taekwondo: cos'è?

Il taekwondo è un'arte marziale coreana nata negli anni 40 considerata lo sport nazionale della Corea del Sud e basata principalmente suall'uso di tecniche di calcio; inoltre, è l'arte marziale che conta il maggior numero di praticanti al mondo. Dal 2000 il taekwondo è diventato, insieme al judo, uno dei due sport da combattimento asiatici che concorrono alle olimpiadi.

Esistono due correnti principali di taekwondo: quello tradizionale e quello sportivo. Il taekwondo tradizionale si riferisce principalmente all'arte marziale codificata dagli anni '50 nelle Forze Armate della Repubblica di Corea e in alcune organizzazioni civili. Il taekwondo sportivo, invece, è il termine utilizzato per descrivere quella branca sportiva che si focalizza maggiormente sulla competizione, nel confronto agonistico e nella velocità di esecuzione.

Il taekwondo: come entrare in nazionale

Il percorso che porta ad entrare nella nazionale di taekwondo è lunga e fatta di impegno costante e, innanzitutto, bisogna ottenere la cintura massima prevista: le cinture del taekwondo sono (in ordine crescente): bianca, mezza gialla, gialla superiore, verde, verde superiore, blu, blu superiore, rossa, rossa superiore e nera .

Ottenuta la cintura nera, massimo riconoscimento a livello agonistico per uno sportivo di taekwondo, bisogna riuscire a competere alle gare nazionali con ottimi piazzamenti. Vinti almeno 3 o 4 campionati nazionali, è possibile entrare a far parte della Nazionale Italiana, la Fita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso