28 Aprile Apr 2017 1130 28 aprile 2017

Come capire se si è spiati su whatsapp

  • ...

Le conversazioni su Whatsapp potrebbero essere spiate attraverso il servizio Whatsapp Web. Per attivarlo è necessario entrare in possesso dello smartphone, attraverso il cellulare infatti è possibile collegare il dispositivo al servizio e quindi leggere i messaggi direttamente dal computer in tempo reale sia quelli inviati sia quelli ricevuti. Una volta fatta questa operazione, quindi se qualcuno sta spiando sul Whatsapp di qualcun altro, può anche inviare messaggi al posto dell’altra persona ai contatti della rubrica dello smartphone. Insomma è chiaro che Whatsapp oltre ad essere un servizio molto comodo è anche pericoloso per la privacy perché dà la possibilità di essere spiati.

La lista che permette di scoprire se l’account Whatsapp è spiato

Ecco allora come scoprire se qualcuno sta spiando l’account Whatsapp. Basta andare dall’applicazione Whatsapp dello smartphone (funzione attiva sia sulla piattaforma IOS sia su quella Android) su Impostazioni di Whatsapp e poi su Whatsapp Web. Una volta aperta la funzione, si trova un elenco che mostra tutti i computer connessi all’account. Si tratta di tutti quei dispositivi che hanno accesso a Whatsapp tramite il browser internet. Dalla lista è possibile verificare delle informazioni: viene indicato il browser, il sistema operativo utilizzato per accedere e anche l’ultima volta che il computer ha aperto l’account di Whatsapp.

Come disconnettersi dai dispositivi collegati a Whatsapp

Grazie alla lista si può quindi scoprire se qualcuno sta spiando le conversazioni tramite l’applicazione Web. Allora come rimediare? Se Whatsapp risulta essere collegato ad un dispositivo sconosciuto e non autorizzato, basta premere sul nome del pc e si aprirà la posizione precisa dell’ultimo utilizzo, quindi è necessario premere su Disconnetti da tutti i computer. In questo modo nessuno più avrà accesso ai messaggi dal pc, neanche il proprietario dell’account, che potrà utilizzare di nuovo il servizio in un secondo momento, mentre chi spiava non potrà più accedere alle conversazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso