10 Giugno Giu 2017 0923 10 giugno 2017

Come fare se il telefono cade nell'acqua

  • ...

L'acqua è uno dei peggiori nemici per qualsiasi dispositivo elettronico. Non ci sono molte speranze quando, per esempio, un telefono cellulare cade in una pozza d'acqua, nella vasca da bagno, nel mare o rimane a lungo sotto una pioggia pesante. In alcuni casi però si può salvare un cellulare che è venuto a contatto con l'acqua, ma occorre agire in fretta.

1) Spegnere il cellulare immediatamente, senza controlla se funziona ancora: la sola pressione sui tasti potrebbe far spostare il liquido all'interno dei circuiti. Se possibile rimuovere la batteria prima ancora di spegnerlo e lasciare aperto il cellulare per poterlo asciugare da ogni goccia visibile.

2) Rimuovere la scheda, la custodia e tutti gli altri componenti che possono essere rimossi. Non usare assolutamente un forno, un microonde o un asciugacapelli per asciugare le parti: il calore può deformare i circuiti e sciogliere i componenti interni. Si può usare invece un ventilatore impostato al minimo.

3) Aspirare il liquido. Si può usare un aspirapolvere con bocchette piccole, o in mancanza di quello una cannuccia. Ispezionare ogni singolo orifizio del telefono come la zona del caricabatterie, dell'auricolare e del microfono. Evitare di scuotere il telefono per espellere l'acqua, ciò può provocare più danni. Usare un panno di cotone o della carta da cucina su tutto il bordo dello schermo, sullo schermo stesso, attorno a tutti i fori delle viti ed ovunque sulla parte esterna per asciugare la superficie.

4) Usare del riso crudo o delle bustine in gel di silice, entrambi capaci di assorbire umidità. Riempire una ciotola con uno di essi ed immergervi il telefono. Le bustine in gel di silicone si trovano nelle scatole delle scarpe, in quelle delle borse e nelle confezioni di apparecchi elettronici. Attendere tre giorni prima di rimuovere il telefono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso