18 Gennaio Gen 2017 1527 18 gennaio 2017

Come chiedere rimborso tasse aeroportuali Air France

  • ...

È bene precisare che le tasse aeroportuali costituiscono una parte importate del biglietto aereo. Nella Carta dei Diritti è specificato chiaramente che nel caso in cui un passeggero abbia acquistato un volo promozionale (e con determinate costrizioni restrittive di utilizzo) ha comunque diritto al rimborso di almeno una parte delle tasse. In genere, le condizioni restrittive sono quelle abbinate per esempio alle tariffe economy. Queste ultime non prevedono una flessibilità nell’utilizzo. È quindi chiaro che nel momento in cui per qualsiasi circostanza non usufruite del volo, avete diritto al rimborso delle tasse. Il perché di tutto questo è estremamente semplice: queste vanno a coprire costi come la sicurezza, i controlli sul bagaglio e il diritto di imbarco. Nel momento stesso in cui non partite, non gravate su nessuna di queste spese.

Bisogna ricordare che la richiesta online del rimborso del biglietto è possibile per mezzo della vostra area personale solamente nel caso in cui venga rispettato il medesimo vincolo temporale (2 giorni-12 mesi), il biglietto sia stato emesso da Air France ed il numero inizi con 057 ed “Air France” compaia in alto a sinistra del biglietto e che inoltre sia rimborsabile. Alla luce di tutto questo vi converrà forse chiedere il rimborso per posta cartacea secondo le modalità illustrate dallo stesso vettore francese:

“Inviare la richiesta di rimborso ed il biglietto in originale per i biglietti cartacei* (tagliandi dei voli non utilizzati e la ricevuta passeggero) o la ricevuta del viaggio per i biglietti elettronici al seguente indirizzo:

AIR FRANCE TICKETING & REFUND DEPT

PO BOX 854

Brent House

Wembley HA9 1BF

UNITED KINGDOM

* Solo i documenti in originale sono accettati, le consigliamo di conservarne una copia prima di inviarli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati

Potresti esserti perso