10 Maggio Mag 2017 1239 10 maggio 2017

Dove andare in vacanza in Basilicata

  • ...

Una delle regioni più piccole d’Italia ma ricca di storia, tradizioni, turismo, cucina e folklore. Parliamo della Basilicata che nella suo piccola racchiude davvero paesaggi incantati che fanno di questa ragione un meta prediletta delle vacanze, sia d’inverno che d’estate perché l’offerta turistica è davvero variegata. In pochissimo tempo, infatti, è possibile spostarsi dalle cime del Parco Nazionale del Pollino alle spiagge bianche e al mare turchese della costa tirrenica e ionica; e poi ancora, per chi è appassionato di storia una grande varietà di castelli, chiese, teatri e palazzi antichi. Ed infine, ma non per importanza, fiore all’occhiello di questa regione, la capitale europea della cultura, Matera che davvero non si può non visitare.

Qui di seguito, una breve guida su alcune tra le mete più predilette della Basilicata da scegliere per le vacanze.

Vacanze in Basilicata: Maratea

Maratea, unico punto di questa regione che si affaccia sul mar Tirreno, è conosciuta come la “Perla del Pollino”: i suoi paesaggi, sia costieri che montani, lasciano davvero a bocca aperta. Per le sue peculiarità artistiche e storiche Maratea è una delle mete turistiche più ambite della Basilicata perché riesce a garantire in un’unica città una varietà di attrattive: dalle acque cristalline del mare, alle spiagge incontaminate con promontori e piccole insenature; dalle chiese ai monasteri costruiti in epoche e stili diversi alla grande statua Cristo Redentore che, posta sulla cima del Monte San Biagio, sovrasta Matera.

Vacanze in Basilicata: il Pollino

Il Pollino è il parco più grande d’Europa: condiviso da 2 regioni, Calabria e Basilicata; 3 province, Potenza, Matera e Cosenza; e 56 comuni ospita alcuni dei massicci più alti in Italia, tra cui il Pollino dal quale prende il nome. Divenuto nel 2015 patrimonio dell’umanità, il Parco Nazionale del Pollino offre davvero dei paesaggi variegati e variopinti: dalle vette più alte, alle vallate ed altopiani; dai rifugi montani ai paesini dell’entroterra lucana tutti da scoprire. E poi le attività da fare non finiscono mai: dalle semplici passeggiate estive alle escursioni organizzate dalle guide ufficiali del parco; dalle ciaspolate invernali alle gare sportive più diverse dal tiro con l’arco alla canoa solo per dirne alcuni. Senza poi escludere gli eventi enogastronomici che spopolano in qualsiasi stagione alla riscoperta di usi, costumi e tradizioni di una Lucania d’altri tempi.

Vacanze in Basilicata: Matera

Ed infine, ma on per importanza, la ciliegina sulla torta la capitale della cultura 2019: Matera. Conosciuta in tutti il mondo per i suoi Sassi, le grotte che l’uomo scavò nella roccia nel Paleolitico e in cui abitò fino agli anni Cinquanta del secolo scorso, Matera è davvero la tappa che non può essere esclusa nel tour lucano. Un posto incantato che sembra quasi catapultare il turista in un luogo di altri tempi, così bello e surreale al tempo stesso in uno scenario naturalistico così prezioso dove i Sassi si completano e si mescolano con la macchia mediterranea dove si comprende bene lo stretto rapporto che ha legato e segnato l’uomo al suo territorio. Ma Matera non è solo Sassi: da visitare anche una serie di chiese e cattedrali e molti musei.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Correlati