La ola di migranti e soccorritori