Scrittrice Obber: sessismo non riguarda solo programma Perego