Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Giovedì, 31 Luglio 2014- 03.18

Politica 

Cecile Kyenge: «Esiste uno ius soli temperato»

Il ministro sulla cittadinanza: «Un tema che va affrontato».

STRANIERI

Il tema della cittadinanza resta ancora caldo. «C'é uno ius soli puro, come in Usa o in Argentina, e uno ius soli temperato, come in molti Paesi europei, che vuol dire dare la cittadinanza a chi nasce e cresce nel nostro Paese o anche a chi arriva da piccolo e cresce qui».
L'ESEMPIO DELLA GERMANIA. Le parole sono del ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge, commentando la visita di papa Francesco a Lampedusa e il problema degli sbarchi. «Dare la cittadinanza alla nascita vuol dire anche riconoscere un percorso di integrazione dei genitori» ha spiegato il ministro, citando l'esempio della Germania dove «dopo otto anni di residenza di almeno uno dei genitori, il figlio alla nascita diventa cittadino tedesco».
UN TEMA DA AFFRONTARE. Insomma, «il tema della cittadinanza va affrontato» ha detto Kyenge, «perché abbiamo 5 milioni di stranieri e bisogna adattare le politiche ai cambiamenti».

Martedì, 09 Luglio 2013 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenti (1)

REVANGEL666 10/lug/2013 | 12:19

E CERTO
E GLI ITALIANI LI CONOSCE? CONOSCE I DIRITTI DI NOI?

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia