Lupi: «Omicidio stradale in casi estremi»

Il ministro dei Trasporti rilancia l'introduzione del reato con altre due soluzioni.

29 Settembre 2014

Maurizio Lupi.

(© Ansa) Maurizio Lupi.

Per i «casi estremi, drammatici, come quello di un ubriaco che è cosciente di essere tale e si mette alla guida», si potrebbe «introdurre l'omicidio stradale». È una delle tre soluzioni indicate dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, insieme con «educazione e prevenzione ed ergastolo della patente».
PAROLA AL PARLAMENTO. Rispondendo nel corso di una conferenza stampa a una domanda sulla tragedia avvenuta nel Salernitano, Lupi ha ricordato che su casi analoghi il «ministero si è già espresso» e che il «parlamento dovrà approvare la legge delega per la revisione del codice della strada». Intanto, la vera «sfida è educazione e prevenzione, poiché alla libertà della persona non ci si sostituisce», in second'ordine Lupi ha indicato l'«ergastolo della patente, una modalità sulla stessa linea della patente a punti, che preveda sanzioni amministrative pesantissime a fronte di comportamenti irregolari». Per casi estremi, infine, bisogna «introdurre l'omicidio stradale».
LUPI: «FARE PRESTO». Alcune di queste misure «si possono già fare senza aspettare la revisione del codice della strada» - ha illustrato Lupi - «altre si possono fare rapidissimamente con il codice, per altre occorre rivedere il codice penale. Facciamo presto su tutto»» - ha concluso il ministro - «il parlamento ha adesso la possibilità di dare un bel segnale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Elezioni Spagna, la sconfitta dei partiti del cambiamento

La Spagna resta nella palude. Podemos manca il sorpasso sul partito socialista. Mai così in crisi di consensi. Mentre il flop di Ciudadanos rafforza il Pp di Rajoy.

prev
next