Nigeria, il leader di Boko Haram: «Per me è giunta la fine»

Abubakar Shekau, capo del gruppo affiliato all'Isis, sembra annunciare la resa in un video. Secondo l'intelligence nigeriana, l'organizzazione sarebbe allo stremo delle forze.

24 Marzo 2016

Fermo immagine tratto del nuvo video di Abubakar Shekau, leader di Boko Haram.

Fermo immagine tratto del nuvo video di Abubakar Shekau, leader di Boko Haram.

Sembrerebbe essere la resa di Boko Haram, o almeno del suo capo. Analisti e intelligence s'interrogano sui contenuti di un nuovo video, pubblicato su YouTube giovedì 24 marzo, in cui il leader del gruppo fondamentalista nigeriano, Abubakar Shekau, annuncia il ritiro: «Per me è giunta la fine». I militari di Abuja sono convinti che si tratti del suo testamento: «Il messaggio è chiaro», ha precisato una fonte militare di alto rango alla Bbc online, «significa che il gioco è finito. È un video di addio».
DUBBI SUL FILMATO. Col passare delle ore, però, sul sito del ministero della Difesa nigeriano è apparso un comunicato che non smentisce e non conferma la veridicità del filmato. E dalla Nigeria sono arrivati segnali contraddittori. I soldati hanno liberato 829 ostaggi nell'area di Kala Balge, ma nel nordest del Paese, nella zona di Adamawa, sono state rapite 16 donne , secondo quanto riferito dall’agenzia Afp.
 

 

  • Il video dell'annuncio della resa.

 

IMMAGINI DI PESSIMA QUALITÀ. Il video di Shekau è di cattiva qualità, le immagini non sono a fuoco e l'audio rimbomba: «Che Allah ci protegga dal male, ringrazio il mio creatore», dice ancora Shekau, alternando l'arabo alla lingua hausa. Scarna la scenografia: il barbuto capo dei tagliagole nigeriani appare dimesso, davanti ad un fondo verde pallido, con alle spalle la bandiera nera dei jihadisti e un kalashnikov, ma senza il consueto 'contorno' di agguerriti miliziani attorno a lui.
ABDICAZIONE E O RESA DEL GRUPPO? Immagini, postura e contenuti del video fanno pensare che per il leader del gruppo la fine sia effettivamente vicina. Ma non è chiaro se il messaggio di resa si riferisca al gruppo tout-court, oppure soltanto a Shekau, a una sua possibile abdicazione in favore di altri eventuali leader. E non si esclude nemmeno che il video possa essere una macchinazione, una trappola, un inganno da parte dello stesso Shekau.
IL GRUPPO ALLE STRETTE. Il volto stanco ed emaciato lascia immaginare che il capo dei jihadisti nigeriani non se la stia passando bene. Dopo anni di guerriglia, costata la vita a migliaia di persone, il gruppo è sempre più relegato in un'area a ridosso tra Nigeria e Camerun, grazie all'intensificarsi delle operazioni militari che hanno portato alla morte di numerosi terroristi e alla liberazione degli ostaggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next