Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Mercoledì, 23 Aprile 2014- 09.44

Politica 

Silvio Berlusconi e Dudù, politica a quattro zampe

Un portale web, ricerche e sondaggi sugli animali. B punta forte sul suo cane. Perché barboncini e co portano voti.

POLITICA

di Marianna Venturini

Ormai Silvio Berlusconi sembra avere solo un pensiero in testa: i cani. O più in generale gli animali domestici, suo nuovo tema di accompagnamento durante i discorsi politici.
A cambiare le priorità nei pensieri del leader di Forza Italia ci ha pensato Dudù, il cagnolino voluto dalla fidanzata Francesca Pascale e amato «come un bambino», come ha specificato l’ex premier durante la presentazione del libro di Bruno Vespa.
Il sentimento, secondo i ben informati, è ricambiato. Forse fin troppo. «Dudù lecca i piedi a Berlusconi, che è una cosa molto fetish», ha raccontato Alfonso Signorini, prima di sentenziare: «È gay. Lo conosco molto bene, è un cane molto effeminato».
Fatto sta che, per il Cav, dall’ingresso in casa del barboncino bianco all’intuizione del suo potenziale elettorale è passato poco.
300 MILA EURO DI STUDI SUI CANI. Durante la presentazione dei nuovi Club Forza Silvio, l'ex premier ha annunciato perfino un portale internet dedicato al suo cane. Puntualmente apparso online.
Berlusconi ha intensificato le sue attenzioni verso il mondo animalista al punto da aver commissionato ricerche, sondaggi e statistiche sul tema: un lavoro di studio sull'universo canino, e sui padroni potenziali elettori, costato 300 mila euro. La cifra è servita per analizzare il 70% delle famiglie italiane che possiede un animale domestico.
Un investimento tanto cospicuo è in contrapposizione con la spending review a cui è stato sottoposto il Pdl prima e Forza Italia poi.
Del resto, chiosano in tanti nel partito, Berlusconi ha un patrimonio considerevole e lo gestisce come meglio crede.

Il Cav: «Questo è un bacino elettorale enorme»

Dunque ecco servito il sondaggio ferino i cui risultati sono stati sciorinati alla platea che lo ascoltava all’auditorium della Conciliazione.
«In Italia ci sono 7 milioni di cani e 12 milioni di gatti» ha spiegato un serissimo Cav. «Non sapevo che il 36% delle persone li fa dormire sul letto. Invece il 16% sta sotto le coperte».
Ha riportato poi altri dati che devono averlo colpito particolarmente.
Su tutti che «il 40% delle signore dopo un alterco coniugale trova serenità grazie al suo cane e al suo gatto».
IL VALORE ELETTORALE DEGLI ANIMALI. Insomma, l’indagine ha analizzato a fondo i comportamenti dei padroni italiani per capire quanto siamo importanti le presenze canine e feline.
Tra le cose che il senatore decaduto si è dimenticato di dire è quanto sia importante il voto di chi possiede animali domestici. «Ci sono potenziali elettorali enormi se si riesce a dare il giusto messaggio», hanno commentato i forzisti più entusiasti della nuova passione del loro leader. In prospettiva, sembrerebbe questa la nuova base di voti a cui punta l’ex premier. I proprietari di cani e gatti sono diventati l’ultima frontiera del voto berlusconiano ma non è la prima volta che la sua attenzione si sposta verso la fauna.

I forzisti sono tutti schierati con il cane

Anche i fedelissimi hanno preso bene la virata verso i temi a quattro zampe. La compagine animalista di Forza Italia è da tempo guidata dall'ex ministro Michela Vittoria Brambilla.
Tante altre deputate di Fi sono affezionate paladine della causa, a partire da Micaela Biancofiore, proprietaria di Puggy, il cucciolo di Carlino che spesso gioca con Dudù, e Gabriella Giammanco.
L’ANIMALISMO NEGLI ANNI. Ma l'attenzione verso gl amici a quattro zampe si era presentata già durante il Berlusconi quater, nel 2009.
All’epoca Marcello Fiori, oggi a capo dei club Forza Silvio, era il commissario straordinario di Pompei e avrebbe speso oltre 102 mila euro per il progetto «(C)Ave Canem» che voleva curare i randagi dell’area. Non è chiaro quanto successo abbia avuto l’iniziativa.
Poi è stato il turno della Brambilla, impegnata a recuperare il voto dei proprietari degli animali tanto da aver chiesto all’ex premier di fare una lista di stampo animalista che poi non si è concretizzata.
RESISTE L’EFFETTO DUDÙ. Intanto fama e gloria, per il piccolo Dudù, sono in costante aumento. Una pagina Facebook a lui dedicata e qualche servizio fotografico sono bastati per far schizzare le vendite di barboncini nel Paese, tanto che la Lega antivivisezione (Lav) è arrivata ad avvertire: «Le mode lanciate da un cane “celebre” come Dudù fanno male agli animali» perché li trasformano in «oggetti». 
Secondo i dati diffusi dagli allevamenti di tutta Italia specializzati in questa razza di cane ci sarebbe stato un incremento del 20% negli ultimi mesi.
Del resto il primo sponsor di Dudù è stato proprio il Cavaliere che ha detto: «Gli manca solo la parola». Oltre al diritto di voto, s’intende.

Martedì, 10 Dicembre 2013


File multimediali correlati a questo articolo

4 foto
FOTO

Commenti (6)

cleo09 10/dic/2013 | 19:07

c'è un errore nel sondaggio
i ricercatori del pregiudicato non gli hanno detto che chi ama gli animali,odia chi li sfrutta,e questo è un palese sfruttamento,per quanto riguarda le sue starnazzanti adoratrici,compresa la pascale,perchè un cane di razza ? andassero in un canile a salvare dei poveri esseri infelice,che vivono in gabbia non per loro colpa,al contrario degli uomini,dimostri che non lo fa per i voti,dia una casa ai trovatelli dei canili,dia loro quanto da alle olgettine ! ma ci pensate quanti cani con 300.000mila euro avrebbero una cuccia calda,coperte e cibo?

Ciran 10/dic/2013 | 17:08

Berlusconi ama il "pelo"...più è caro e più lo ama
del resto il programma di FI prevede: + piiilu per tutti (compreso il pelosissimo Dudù?)

robinson 7 10/dic/2013 | 14:32

Best dog
In effetti tra tutti gli animali che sono in ForzaItalia, iene, sciacalli, pitonesse, puzzole, rospi e scarrafoni, Dudu' e' il migliore.

Ciran 10/dic/2013 | 13:42

Attaccarsi a Dudu
per succhiare qualche voto è IMPORTANTE.

Considerato il livello di certi consiglieri politici, mi fiderei di + della bestiola piuttosto che di certe BESTIE.

new zealand 10/dic/2013 | 12:20

il clown ottantenne e rifatto punta sul cagnolino
probabilmente pensa di essere una specie di Wiston Churchill, con il suo famoso bulldog. O almeno crede di farsi passare per qualcosa di simile: ma ormai ogni limite è già stato superato e non ci stupiamo più di nulla.
Forse se diventasse donna....

Carlo Coppola 10/dic/2013 | 11:59

Berlusconi.... punta su tutto, ha poco tempo a disposizione, è vecchio e stanco, ha bisogno di tanti soldi, per i suoi serpenti e ciucciapiselli,
Berlusconi sa di essere alla fine di un ciclo che come tutte le cose ha una fine, ma non si arrende, non può nemmeno più far credere di essere un trombatore, tutti sanno tutto, le sue televisioni fanno passare filmati dove lo si vede più pinpante, ma è alla fine, solo il denaro lo può mantenere a galla, ma se non controlla direttamente il potere anche il denaro viene a scarseggiare. Comunque è pericoloso, molto pericoloso,i colpi di coda di un caimano fanno male !!!

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia
Marche - Senigallianotizie.it Giovane si getta nel vuoto al Passetto