Tangenti Lombardia, le intercettazioni degli arrestati

Le carte dei pm sull'Operazione Smile: i pazienti truffati sui costi delle cure dentistiche e indotti ad affidarsi a privati. L'imprenditrice al vertice del sistema corruttivo: «Creiamo liste d'attesa che vanno alle calende greche».

16 Febbraio 2016

L'imprenditrice Maria Paola Canegrati, al centro del sistema di tangenti insieme a Fabio Rizzi.

L'imprenditrice Maria Paola Canegrati, al centro del sistema di tangenti insieme a Fabio Rizzi.

È finito in carcere il consigliere regionale della Lega Nord Fabio Rizzi, presidente della Commissione Sanità ed estensore della recente riforma. L'accusa è di associazione per delinquere nell'ambito dell'Operazione 'Smile' per irregolarità in appalti odontoiatrici in aziende ospedaliere lombarde.
«Per il bene suo, della verità, della Lega e dei cittadini della Lombardia, il consigliere Fabio Rizzi è sospeso dalla Lega Nord», ha annunciato nel pomeriggio il segretario della Lega Nord Matteo Salvini.
Le indagini della Procura di Monza, che hanno portato a 21 provvedimenti di custodia cautelare per associazione a delinquere e vari reati, stando agli inquirenti, hanno fatto emergere «effetti deleteri del continuo asservimento degli infedeli pubblici ufficiali e incaricati di pubblici servizi agli interessi di privati».
Ecco le intercettazioni che hanno portato agli arresti.
LISTE D'ATTESA ALLE CALENDE GRECHE. «Noi, allora, sposteremo la maggior parte dell'attività sulla solvenza, e faremo delle liste d'attesa tra virgolette... che accedono in '28SAN', che vanno alle calende greche».
Così al telefono l'imprenditrice del settore sanitario Maria Paola Canegrati (a capo dell'azienda Odontoquality), presunto 'vertice' del sistema corruttivo connesso all'esternalizzazione dei servizi odontoiatrici, arrestata assieme a Rizzi.
SISTEMA PER SPOSTARE PAZIENTI DA PUBBLICO A PRIVATO. Un'intercettazione questa che, secondo il gip di Monza, dimostra un sistema «doloso» per «spostare pazienti sul regime in solvenza» attraverso «lunghe liste d'attesa» nel pubblico.
La gestione «del servizio di odontoiatria in service» prevedeva, infatti, «oltre all'obbligo di fornire al cittadino richiedente le prestazioni a carico del servizio sanitario nazionale (c.d. 28SAN in ragione della circolare che le disciplina), anche la possibilità di offrire prestazioni odontoiatriche in regime di solvenza (quindi a carico del richiedente)».
Alla «artificiosa induzione dell'utente a scegliere il servizio in solvenza perché più rapido creando artificiosamente liste d'attesa in realtà inesistenti, si aggiunge un altro strumento chiaramente truffaldino che induce il paziente a ricorrere alla prestazione a pagamento nella convinzione che il costo del ticket sanitario sarebbe di poco inferiore». Lo scrive il gip di Monza sulla base delle intercettazioni, spiegando che i cittadini sono privi «di qualsiasi tutela».
«LA CAMPAGNA DI RIZZI FINANZIATA DALLA CANEGRATI». Dalle carte dell'inchiesta è emerso anche che la campagna elettorale di Rizzi, è stata interamente finanziata dalla Canegrati. Ad affermarlo è un terzo arrestato, Mario Longo, in un'intercettazione telefonica.
«Ti dico una cosa riservatissima, la campagna elettorale di Fabio l'ha sostanzialmente finanziata al 100% la dott.ssa Canegrati».
L' imprenditrice arrestata nell'ambito dell'indagine della Procura di Monza, parlando con un indagato, si rallegrava della nomina di Fabio Rizzi, ex senatore della Lega Nord, a 'interlocutore' per la Sanità.
«PRENDE 80 MILA EURO PER NON FARE UN CAZZO». «Ho sentito Longo (Mario, ndr) stamattina... m'ha detto... 'allora.. il Senatore Rizzi è stato ufficialmente nominato come l'interlocutore per la Sanità dal Presidente Maroni... G'ho dit (gli ho detto, ndr) 'congratulazioni'. Adesso questo qui s'è fatto fare questa... Progetto dentiere pazienti anziani... el ciapa utantamila euro l'ann (prende ottantamila euro l'anno, in dialetto ndr)».
Il Mario? Chiede l'interlocutore. «Sì, per non fare un caz...», risponde la Canegrati probabilmente riferendosi a Longo, dello staff di Rizzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Duello Clinton-Trump, le cose da sapere

Sempre più vicini nei sondaggi. Hillary deve ritrovare la fiducia degli elettori. Donald corteggia i moderati. I temi della sfida in tivù da 100 milioni di spettatori.

Csm, la riforma non elimina il potere delle correnti

Approvato il nuovo regolamento. Per il vicepresidente Legnini palazzo dei Marescialli diventa una «casa di vetro». Ma Galoppi (MI): «Si poteva fare di più»

prev
next