Usa 2016, la Silicon Valley sceglie Sanders

Google, Apple, Microsoft e Amazon sono i maggiori finanziatori. Soros per Hillary.

11 Febbraio 2016

Bernie Sanders.

(© Getty) Bernie Sanders.

La Silicon Valley si schiera con Bernie Sanders.
Alphabet, la holding a cui fa capo Google, è il maggior finanziatore della campagna elettorale del candidato progressista vincitore nelle primarie democratiche in New Hampshire.
È quanto emerge dai dati del Center for Responsive Politics, secondo cui i quattro maggiori finanziatori di Sanders sono i giganti della Silicon Valley. Si tratta di Microsoft, Apple, Amazon e Alphabet (quest'ultima con 99 mila dollari). Nella top 20 di Sanders figurano anche Ibm, Intel e Facebook.
Negli ultimi tre mesi del 2015, i dipendenti delle cinque maggiori società della Silicon Valley hanno quadruplicato le donazioni alla campagna di Sanders.
SOROS APPOGGIA HILLARY. Gli stessi dati riportano che il maggior aiuto per la campagna di Hillary Clinton arriva dal fondo di investimento del miliardario George Soros. Quest'ultimo ha recentemente versato 6 milioni di dollari a Priorities Usa Action, un super Pac (comitato di azione politica non direttamente legato a un candidato, che può raccogliere fondi illimitati, ndr) che sostiene la candidatura di Hillary.
SPESE PER PIZZA E CAFFÈ, CLINTON BATTE TUTTI. L'ex first lady invece batte tutti per spese in pizza e caffè. L'aspirante candidata democratica alla presidenza nel 2015 ha speso quasi 1.900 dollari da Dunkin Donuts e oltre 9 mila dollari in pizza. Secondo i resoconti finanziari della Federal Election Commission, la campagna di Hillary non ha eguali in fatto di preferenze per la catena del caffè in cui ha fatto tappa per 15 volte. Dopo di lei c'è lo sfidante repubblicano Jeb Bush che, nonostante si sia recato 15 volte da Dunkin Donuts come Hillary, ha speso 'solo' 402 dollari.
Al terzo posto per spese c'è Sanders, il quale in due visite ha speso 238 dollari, i repubblicani Marco Rubio e Ben Carson hanno speso rispettivamente 235 e 170 dollari, mentre Donald Trump ha speso solo in una volta una decina di dollari.
Inoltre tutti i candidati sembrano avere una passione per la pizza. Al secondo posto dietro alla Clinton c'è Bush con oltre 3.500 dollari, al terzo Sanders con 3.354 dollari, al quarto Carson con 3.707 dollari seguito da Cruz con 2.481 dollari. Trump è quasi fanalino di coda con 1.233 dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next