Vittorio Feltri in campo: sarà lui l'uomo del Cav

Ma la candidatura del giornalista è invisa ad Alfano e agli ex An.

14 Giugno 2012

Vittorio Feltri, fondatore di Libero è attualmente editorialista de Il Giornale.

Vittorio Feltri, fondatore di Libero è attualmente editorialista de Il Giornale.

Vittorio Feltri, editorialista di punta de Il Giornale, si è deciso a scendere in campo al fianco di Silvio Berlusconi dopo i sondaggi a lui favorevoli commissionati  dallo stesso Cavaliere.
La sua però non sarà una discesa tranquilla, perché dentro il Pdl sta montando la rivolta. Non solo Angelino Alfano ma tutti gli ex An la considerano un vero tradimento contro la classe dirigente della partito. E nella serata di mercoledì 13 giugno, proprio per sbarrare la strada a Feltri, in una riunione infuocata è stato deciso che alle primarie possano partecipare solo gli iscritti da più di un anno al Pdl.
Una mossa volta a neutralizzare proprio la discesa in campo del giornalista.
LA SPINTA DI BRAMBILLA E RIZZOLI. A spingere Feltri a tentare l'avventura in politica sono state soprattutto due donne di cui il giornalista si fida, apprezzandone particolarmente le capacità organizzative e di relazioni: Michela Vittoria Brambilla e Melania Rizzoli.
Feltri, secondo Berlusconi, è un personaggio che potrebbe intercettare i voti non solo della borghesia ma anche e soprattutto dellla Lega in libera uscita. Nella stessa giornata Daniela Santanché, annunciando ai microfoni della Zanzara su Radio 24 la sua decisione di correre alle primarie del Pdl, aveva evocato la discesa in campo al suo fianco del giornalista. ''Mi giochero' un jolly sorprendente -ha detto- una matta come si dice quando si gioca a carte, una persona in carne ed ossa'.
SALLUSTI IN DIFFICOLTÀ. La sua candidatura, oltre che essere invisa ai notabili del Pdl, rischia di mettere in difficoltà Alessandro Sallusti alla direzione de Il Giornale. Sallusti, infatti, appoggerebbe incondizionatamente il collega, ma per questo dovrebbe scontrarsi con i vertici del partito. 
Alla base della mossa del giornalista bergamasco anche la crisi in cui versa Il Giornale, alle prese come tutti i quotidiani con la drastica riduzione dei ricavi pubblicitari, cosa che costringerà l'editore Paolo Berlusconi a far calare ulteriormente la scure sui costi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

52maurizio 14/giu/2012 | 16 :39

finalmente qualcosa di nuovo !
Ci mancava proprio il nuovo che avanza ! - Certo che le qualità questo le ha chiaramente esplicitate in più occasioni, ad esempio con il "metodo Boffo". Il compianto Totò avrebbe detto; ..."ma ci faccia il piacere, ci faccia"...
Eppoi, bel ricambio generazionale, non c'è che dire. Della serie: "dalla padella nella brace !"

Bobbis 14/giu/2012 | 13 :54

compagnucci della parrocchietta
a voi starebbe benissimo il Penati e i suoi accoliti romani

bruvitt 14/giu/2012 | 12 :01

MA DICO, DAVVERO CREDONO QUESTI PEZZ DI MER.. CHE CE ANCORA GENTE CHE SI FA PRENDERE PER IL CULO?
ERSONALMENTE HO VOTATO PER QUESTI PEZZ. DI MER. CI CREDEVO. MA APPENA MI SONO ACCORTO CHE L'UNICA COSA CHE INTERESSAVA A QUESTI PEZZI DI,,,,,,,,,,,,,,,,,,,, ERANO I LORO LOSCHI AFFARI,HO SPUTATO IN ARIA E MI SONO MESSO SOTTO.
E SE TROVO ANCORA QUALCHE PEZZO DI .......... CHE DICE DI VOTARE ANCORA PER QUESTI PEZZI DI ,,,,,,,,, GLI SPUTO NELLA FACCIA.

stachanov 14/giu/2012 | 11 :59

Riciclo inutilizzabile
...ma non ti sei ancora stancato di omaggiare il nano mafioso puttaniere? Non sei altro che un giornalista fallito (se non ci fossero i finanziamenti i tuoi giornali sarebbero falliti), servo del potere fino alla fine: ora che non sai più cosa fare, ora che non hai più modo di omaggiare il nano mafioso puttaniere ....scendi in politica!
VERGOGNATI!!!!

Prottigol 14/giu/2012 | 11 :52

come al solito si guarda ai sondaggi...
Poi ci si lamenta di grillo: almeno quello raccoglie i curriculum per selezionare chi fa l'assessore e chi no... Silvio non ha ancora capito che in questo momento storico, con i sondaggi forse potrà tirare a campare lui ma non il paese...

ADC 14/giu/2012 | 11 :38

Embhè
Sivabbè. E allora perchè non Vasco, for President? Che ridere! Ci mancava solo Feltri. Oh, Berlusca, siam proprio alla frutta!

[email protected] 14/giu/2012 | 11 :30

Che problemi....
Ma perche' non se ne vanno tutti a qualche migliaio di km di distanza? Avrebbero meno problemi no? E forse ne avremmo un po' meno anche noi...........

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Libia, il risiko di Bengasi e della Cirenaica

Il no (dubbio) del parlamento di Tobruk al governo di unità complica gli scenari. Serraj perde consensi, Haftar guadagna terreno nell'Est. C'è il rischio scissione.

prev
next