Scuola, in aula col tablet

Niente lavagna e banchi in classe. Grazie ai touchscreen gli studenti apprendono più facilmente.

26 Novembre 2012

Grazie ai tablet, gli studenti imparano più velocemente.

Grazie ai tablet, gli studenti imparano più velocemente.

Tablet grandi come una scrivania e lavagne maxischermo touchscreen. Si tratta delle aule scolastiche del futuro, nelle quali i dispositivi di nuova generazione prenderanno il posto di banchi e gessetti.
Il progetto è stato messo a punto dai ricercatori britannici dell'Università di Durham, ed è stato battezzato Synergy Net.
SUCCESSO FRA GLI STUDENTI. Finora è stato sperimentato per tre anni in 12 scuole del Regno Unito su oltre 400 scolari tra gli otto e i 10 anni. Con successo, a quanto pare.
Gli alunni hanno, infatti, migliorato le proprie prestazioni, specialmente in matematica. Perché l'attività di gruppo stimola e incrementa le capacità di risolvere problemi aritmetici. Inoltre i giovani studenti si sono mostrati entusiasti della possibilità di interagire a distanza, tramite applicazioni che funzionano grazie a un sistema a infrarossi, e di apprendere contenuti in modo interattivo.
MIGLIORAMENTI IN MATEMATICA. A confermare il successo sono i numeri: il 45% degli studenti che hanno utilizzato questo sistema ha incrementato l’abilità nel creare espressioni matematiche, contro il 16% di chi ha usato il metodo tradizionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Greco, un indipendente che piace al potere

Greco è il nuovo capo della procura milanese. Estraneo alle logiche correntizie, assicura continuità con Bruti Liberati. E accontenta (quasi) tutti. Renzi incluso.

prev
next