Cuperlo,con destra non è nostro partito

Dobbiamo insieme evitare che succeda

06 Febbraio 2016

(© Ansa)

(ANSA) - ROMA, 06 FEB - "Le riforme costituzionali vanno votate con la maggioranza più larga e non faccio polemica per chi le ha votate con noi. Ma è un'altra cosa se pezzi organizzati della destra scelgono di entrare nel nostro partito perché se accade questo, quello non è più il nostro partito". Lo dice Gianni Cuperlo nel suo intervento alla scuola di formazione Pd. "Dobbiamo assieme evitare che succeda: non rinfacciarci la responsabilità ma unire tutti coloro che ritengono che non debba accadere", aggiunge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Export, terremoto, costo del denaro: che nubi su Renzi

Cala la fiducia di famiglie e imprese. Aumenta il debito. Preoccupa la deflazione. L’economia italiana è piena di incognite. Il colpo di grazia? Se la Fed alza i tassi...

prev
next