Giochi:Vaccari (Antimafia) serve stretta

Nuovo coordinatore Comitato giochi, assenti criteri selettivi

27 Febbraio 2016

(© Ansa)

(ANSA) - ROMA, 27 FEB - Serve una stretta nelle concessioni che riguardano il settore dei giochi. Ad esserne convinto è il nuovo coordinatore del Comitato contro le infiltrazioni mafiose nel gioco lecito e illecito costituito all'interno della Commissione parlamentare Antimafia, il senatore Stefano Vaccari. "Lo Stato deve tenere a sé il potere concessorio - spiega Vaccari, parlando con l'ANSA - lavorando con i Comuni, che devono anche occuparsi delle patologie legate al gioco, per un sistema di controlli diverso e più efficace. Io credo che una stretta vada data, non solo quantitativa ma anche sui criteri di accesso a questo tipo di attività, migliorando la fase di qualificazione dell'impresa. Finora non ci sono verifiche, come ci sono invece altri settori". Per Vaccari insomma, mancano, in questo settore, "criteri selettivi per garantire la legalità fino in fondo delle imprese che esercitano".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAG: giochi

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Come il Vaticano e Cl hanno coperto il pedofilo don Inzoli

Il prete condannato a 4 anni e 9 mesi per cinque abusi sui ragazzini. Ma per il procuratore sono stati un centinaio, fin dagli Anni 90. Mai denunciati dal movimento di don Giussani. La storia.

prev
next