Grossi, non voluto offendere giudice

Spadaro, continuerò a ricorrere se dubbi su costituzionalità

09 Marzo 2016

(© Ansa)

(ANSA) - BOLOGNA, 9 MAR - Il presidente della Consulta Paolo Grossi ha scritto al vicepresidente del Csm Giovanni Legnini per spiegare di non aver voluto offendere il presidente del tribunale per i minorenni di Bologna, Giuseppe Spadaro. Grossi parlò di un giudice che non sa fare il suo mestiere, riferendosi alla questione di legittimità sulla stepchild adoption. "Il mio senso delle Istituzioni e il rispetto per il mio ruolo di Giudice mi impongono l'assoluto silenzio. La mia educazione mi impone di ringraziare l'Anm, le Giunte distrettuali dell'Emilia-Romagna e della Calabria, i componenti del Csm e le centinaia e centinaia di colleghi che hanno inteso manifestarmi straordinaria solidarietà e vicinanza", ha detto Spadaro. "L'unica considerazione che mi permetto di esprimere è che continuerò ad adire la Corte Costituzionale ogniqualvolta abbia il minimo dubbio che non sia possibile un'interpretazione costituzionalmente orientata delle norme che devo applicare", ha aggiunto".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Isis, l'evoluzione della propaganda anti-Turchia

Nel 2016 sono tre gli attentati attribuiti da Ankara al Califfato. Che però nega. Pur definendo Erdogan un «apostata». E paragonando Istanbul al Vaticano.

prev
next