Howard e Honetschlager a Macro Testaccio

Fino a 18/10, tra personale R. Howard e E. Honetschlager

22 Settembre 2016

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Le tele rosso sangue, con gli asciugami macchiati della violenza in nome di un credo compostamente ripiegati. A monito e riflessione. E poi, invece, l'illusione della terra delle opportunità e la riconquista del potere delle immagini che la Chiesa sembra aver perso. La religione, i suoi errori e miopie irrompono al Macro Testaccio con le due nuove, diversissime, personali d'inizio d'autunno: Paintings of Violence (Why I am not a mere Christian) dell'inglese Rachel Howard e Los Feliz dell'austriaco Edgar Honetschlager, a cura di Mario Codognato (fino al 18/10). La prima, dedicata alla ricerca su religione, morte e violenza, che la Howard porta avanti da tempo, raccoglie 10 grandi tele dipinte con strati di colore rosso sangue a partire da una riga a T, rievocando un crocifisso, e poi tamponate da asciugamani. La seconda, Los Feliz, è il disvelamento dei fondali dipinti da Honetschlager per il suo omonimo road movie, con tre cardinali che assumono tre diavoli perché l'Occidente non perda la supremazia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Barack Obama e Angela Merkel. A fianco, l'andamento del titolo di Deutsche Bank.
Obama fa un assist alla Merkel e salva …

La Fed riduce a un terzo la multa di 14 miliardi comminata all'istituto tedesco. Tanto basta per allontanare lo spettro di una nuova Lehman. Almeno per ora.

prev
next