Libia: familiari ostaggi, presto a casa

Hanno parlato al telefono, tristezza per i loro colleghi morti

04 Marzo 2016

(© Ansa)

(ANSA) - ROMA, 4 MAR - I familiari dei due ostaggi italiani liberati in Libia, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, hanno parlato con i loro congiunti ed aspettano di incontrarli al più presto. "Ho appena sentito al telefono mio padre, è libero. Sta bene, anche se è molto provato. Mi ha detto che lui e Gino Pollicardo sono nelle mani della polizia libica e che non vedono l'ora di rientrare in Italia". Ha detto Gianluca Calcagno, figlio di Filippo. Il figlio di Pollicardo, Gino, ha affermato di vivere uno stato di "gioia immensa rattristata dalla notizia dell'uccisione degli altri due colleghi. Credetemi, è una gioia dopo tanti mesi di attesa e di tensione. Ringrazio tutti quelli che ci sono stati vicini, dalla Farnesina ai nostri compaesani, anche al parroco che stamattina ha fatto suonare le campane in segno di festa", ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAG: libia

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next