Martina scrive ad Alex,io avanti da sola

Legali, vuole chiudere rapporto e non essere più 'eterodiretta'

08 Febbraio 2016

(© Ansa)

(ANSA) - MILANO, 8 FEB - Martina Levato, condannata a 14 anni per l'aggressione a Pietro Barbini e a 16 anni per altri blitz con l'acido, avrebbe scritto ad Alexander Boettcher, anche lui detenuto a San Vittore e alla sbarra con l'accusa di associazione per delinquere, per manifestargli la sua intenzione di interrompere la loro relazione perché vuole "svincolarsi" da lui e non essere più "eterodiretta". Lo ha spiegato uno dei suoi legali, aggiungendo che la scorsa settimana la giovane ha rinunciato ad incontrare Boettcher nell'ormai 'classico' colloquio settimanale nel carcere milanese e ha scritto delle "lettere" per spiegargli di volere "andare avanti da sola, senza più essere eterodiretta". Martina "vuole svincolarsi da Alexander e ha iniziato ad andare in questa direzione, anche se ovviamente con remore e timori".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Come il Vaticano e Cl hanno coperto il pedofilo don Inzoli

Il prete condannato a 4 anni e 9 mesi per cinque abusi sui ragazzini. Ma per il procuratore sono stati un centinaio, fin dagli Anni 90. Mai denunciati dal movimento di don Giussani. La storia.

prev
next