Ong, in Iran con Rohani più impiccagioni

Rapporto, 980 esecuzioni nel solo 2015, oltre 600 "segrete"

22 Gennaio 2016

(© Ansa)

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - In Iran, dall'avvento al potere del presidente "moderato" o "riformatore" Hassan Rohani nel giugno 2013, "il tasso di esecuzioni è nettamente aumentato" e da allora sono già state eseguite 2.277 impiccagioni, 980 delle quali solo nel 2015. Di queste ultime 610 "segrete", segnalate da fonti non ufficiali. A denunciarlo è l'associazione contro la pena di morte Nessuno tocchi Caino, che a Roma ha presentato un rapporto sulla situazione dei diritti umani nella Repubblica islamica dal titolo "Il volto sorridente dei Mullah", solo tre giorni prima della visita ufficiale di Rohani. Con un appello alle principali cariche dello Stato italiano perché "pongano la questione dei diritti umani al centro di ogni incontro e intesa" con Teheran. Il rapporto denuncia anche la pena di morte per minorenni, la persecuzione delle minoranze religiose, etniche o sessuali, la discriminazione delle donne, la tortura, il ricorso a forme crudeli di esecuzione, come la lapidazione o l'impiccagione "lenta", la negazione della Shoah.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
La cancelliera tedesca Angela Merkel.
Merkel, gli attacchi mandano in crisi …

Gli attentatori di Würzburg e Monaco avevano origini straniere. Così i populisti attaccano la cancelliera. Che ora può rivedere la gestione dell'immigrazione.

prev
next