Partorisce in strada, bimbo sta bene

E' accaduto nel Salento, madre non intende riconoscerlo

28 Febbraio 2016

(© Ansa)

(ANSA) - PORTO CESAREO (LECCE), 28 FEB - Esce da casa per trascorrere il sabato sera con gli amici e partorisce un bimbo in strada. É accaduto la notte scorsa a Porto Cesareo, protagonista una ragazza di 19 anni leccese, ricoverata ora insieme al piccolo all'ospedale Vito Fazzi di Lecce. La giovane era uscita ieri sera insieme a tre amici, una ragazza e due ragazzi. I quattro hanno deciso di recarsi a Porto Cesareo per svagarsi fino a notte fonda. Ad un certo punto la 19enne ha chiesto di scendere dall'auto per un bisogno fisiologico e l'amica, una minore di 17 anni, l'ha accompagnata aspettando a qualche metro di distanza. Dopo alcuni minuti la 17enne ha udito dei vagiti, si è avvicinata e ha trovato sgomenta la giovane accovacciata sporca di sangue e vicino a lei il piccolo appena nato. La stessa puerpera aveva tagliato il cordone ombelicale. Il piccolo potrebbe finire in adozione perché la madre ha espresso la volontà di non riconoscerlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Rouen, Augé: «Vi spiego la trappola simbolica dell'Isis»

Primo attacco a una chiesa. Dopo Charlie, Parigi e Nizza è una svolta simbolica. Augé: «I terroristi non riconoscono l'Europa laica, così ci fanno tornare indietro».

Mediaset, ora Berlusconi teme la scalata di Bolloré

Rottura tra il Biscione e Vivendi. Il Cavaliere sospetta una manovra dei francesi. Che sfrutterebbero la debolezza del titolo. Fermandosi prima della soglia Opa.

Napoli, il 'traditore' Higuain e quel coro ormai da ripudiare

Il Pipita va alla Juve. Napoli cancella il ritornello trash da stadio. Che il bomber cantava sotto la curva. Tornerà Ohi vita ohi vita mia? Storia di una disillusione.

Rouen, moschea salafita accanto alla chiesa

Il terrorista che ha sgozzato padre Hamel si sarebbe radicalizzato in rue Guynemer. La stessa via della parrocchia presa d'assalto. Le prime indagini a Saint-Etienne-du-Rouvray dopo la strage al Bataclan.

prev
next