Sanders a Hillary, non sei progressista

E lei contrattacca, non sei depositario verità

04 Febbraio 2016

(© Ansa)

(ANSA) - WASHINGTON, 4 FEB - In vista delle primarie nel New Hampshire i candidati per la nomination democratica Hillary Clinton e Bernie Sanders si scontrano sul 'primato' da progressista. Forte delle previsioni che lo danno favorito nello Stato del New England e del successo nei caucus in Iowa che ha perso solo per una manciata di voti, il senatore del Vermont sfodera la sua energia e va all'attacco della rivale tacciandola di non essere progressista, o comunque non progressista al suo pari. Costringendo cosi' la ex segretario di Stato a rimanere sulla difensiva. "Rispetto Hillary Clinton, ma su certi punti non credo sia progressista. Non conosco progressisti che abbiano un super Pac e siano appoggiati da Wall Street", ha incalzato Sanders rispondendo a domande del pubblico. Hillary si difende: "Sulla base di alcune definizioni che circolano, allora nemmeno Barack Obama sarebbe progressista". "Non credo che Sanders dovrebbe ritenersi depositario della verità su chi è progressist", ha aggiunto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan.
Def, Renzi si piega al ministero del Tesoro …

Pil tagliato, disavanzo rivisto al rialzo. Moscovici e Padoan spiazzano il premier. Che rinuncia a tagli di Irpef e costo del lavoro. E perde in flessibilità dall'Europa.

Csm, una riforma fatta in fretta. Per il referendum?

Revisione del regolamento approvata a marce forzate. Si vuole dare a Renzi un'arma da campagna elettorale? Magistratura indipendente attacca Legnini: «Norme fantasy» e «dibattito poco democratico».

prev
next