Terrorismo e web: Procura non si arrende

'Fb non chiude pagina Musulmani d'Italia, noi non acquiescenti'

27 Marzo 2016

(© Ansa)

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 27 MAR - "Non saremo acquiescenti al diniego di Facebook" ad oscurare la pagina Musulmani d'Italia dalla quale sono partite minacce alla giornalista del Resto del Carlino Benedetta Salsi. Lo dice il procuratore capo di Reggio Emilia, Giorgio Grandinetti, in una intervista al quotidiano. "Rilanceremo e faremo il possibile", aggiunge Grandinetti, che non si arrende, nonostante spieghi come non siano forti le armi nei confronti del social network. Venerdì la Procura ha saputo che Facebook ha deciso di non aderire alla decisione del gip reggiano Angela Baraldi di oscurare la pagina. "Bisogna fare provvedimenti - spiega - che abbiano una maggiore forza" e che "non possano essere liquidati così" da Facebook. Tra le ipotesi, rogatoria internazionale o pericolosità degli autori per terrorismo: "Su questo non faccio dichiarazioni", precisa puntando a valutare "se ci siano ragioni più forti per chiedere la chiusura integrando la richiesta", oppure preferire "una procedura più garantista come la rogatoria".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Banche, industria e consumi: l'Italia saluta la ripresa

Il Paese rischia di chiudere male il 2016. Pil a +0,8%. Domanda interna bloccata. Ordini e importazioni in calo. E così si complica il lavoro di Padoan in Europa.

prev
next