Le 25 donne più influenti per il Financial Times, da von der Leyen a Mohammadi

Redazione
30/11/2023

Nella lista stilata dal giornale americano anche l'attrice Margot Robbie, la cantante Beyoncé, la calciatrice spagnola Jenni Hermoso, la First Lady dell'Ucraina Olena Zelenska, e tante altre.

Le 25 donne più influenti per il Financial Times, da von der Leyen a Mohammadi

L’attrice Margot Robbie, la cantante Beyoncé, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, la calciatrice attaccante spagnola Jenni Hermoso, l’attivista iraniana premio Nobel per la Pace Narges Mohammadi e la First Lady dell’Ucraina, Olena Zelenska. Sono alcune delle 25 donne più influenti al mondo nel 2023 secondo il Financial Times.

Le categorie sono: creatrici, leaders e eroine

«L’influenza, ovvero il potere di persuadere, sostenere il cambiamento e immaginare modi migliori di fare le cose, assume molte forme. Da nessuna parte questo è più chiaro che nel numero annuale di Women of the Year della rivista, un elenco delle donne più influenti del mondo scritto da altre donne potenti sulla scena internazionale», scrive il giornale americano. Il quotidiano non stila una classifica, ma le divide in tre categorie. La prima è quelle delle creatrici, dove ci sono – fra le altre – Margot Robbie e Beyoncé che con il suo Renaissence World Tour ha incantato il mondo. Nella categoria leaders c’è von der Leyen: «L’Europa, gli Stati Uniti e il mondo sono fortunati ad avere la presidente von der Leyen come leader», scrive il segretario al Tesoro Usa, Janet Yellen, nel descriverla. Fra le leader anche la numero uno di General Motors, Mary Barra, e la chief technology officer di OpenAI, Mira Murati, e l’attrice Fran Drescher che ha guidato lo sciopero degli attori di Hollywood. Nella categoria delle eroine ci sono Narges Mohammadi la «personificazione del coraggio», scrive l’autrice Marjane Satrapi, la First Lady ucraina Zelenska, la star del tennis Coco Gauff, e la Nobel per la Medicina Katalin Karikò.