Acca Larentia, approvata la rimozione della croce celtica. Il centrodestra lascia l’aula

Redazione
30/01/2024

A votare a favore sono stati 15 consiglieri del Pd, M5s e Italia Viva. Usciti invece i consiglieri di Fratelli d'Italia, Lega e un consigliere ex Forza Italia del Gruppo misto. La risoluzione chiede anche il divieto per Casapound di svolgere la parata.

Acca Larentia, approvata la rimozione della croce celtica. Il centrodestra lascia l’aula

Nell’aula del VII municipio di Roma il consiglio ha approvato la risoluzione che prevede la rimozione della croce celtica in via Acca Larentia. A votare a favore sono stati 15 consiglieri del Pd, M5s e Italia Viva. Hanno lasciato l’aula invece i consiglieri di Fratelli d’Italia, Lega e un consigliere ex Forza Italia del Gruppo misto. Durante la discussione in commissione del 29 gennaio, FdI aveva votato contro, mentre Lega e FI non erano presenti.

Il presidente del municipio: «Invitiamo il sindaco a interloquire con la prefettura per vietare il corteo»

L’obiettivo della risoluzione è quello di rimuovere dall’asfalto la gigantesca croce celtica impressa all’ingresso dell’ex sede del Movimento sociale italiano, oltre a impedire che a Casapound sia concesso di svolgere la parata del 7 gennaio, giorno della commemorazione di Acca Larentia, evento che ogni anno porta alle polemiche per il saluto fascista. «Vogliamo invitare il sindaco a interloquire con la prefettura per vietare il corteo», dice Francesco Laddaga, presidente del municipio VII della Capitale, che aggiunge: «È un’iniziativa consiliare su un fenomeno che non riguarda solo quest’anno ma a cui assistiamo da tanto tempo. Vogliamo ricondurre i comportamenti ai dettami della Costituzione».

LEGGI ANCHE: Acca Larentia, altri 14 denunciati per il saluto romano