Acca Larentia, in commissione FdI vota contro la rimozione della croce celtica: assenti Lega e FI

Redazione
29/01/2024

La risoluzione è passata con i sì del centrosinistra, del M5s e di Italia Viva. Con il documento si chiede al sindaco Gualtieri di avviare una discussione con l'Inail per la cancellazione.

Acca Larentia, in commissione FdI vota contro la rimozione della croce celtica: assenti Lega e FI

Dopo i fatti del 7 gennaio scorso, con il saluto romano di centinaia di manifestanti davanti l’ex sede dell’Msi durante la commemorazione di Acca Larentia, il dibattito si è concentrato sulla possibile rimozione della croce celtica. Mentre continuano le identificazioni e le denunce, il VII Municipio ha discusso in commissione la cancellazione del simbolo, disegnato sul piazzale. Su proposta della maggioranza, composta da Pd, lista civica Gualtieri, Roma futura, Sinistra civica ecologista, e con i voti di M5s e Italia Viva, la risoluzione per chiedere al Campidoglio la rimozione è stata approvata. Ma fa discutere l’assenza in aula di Forza Italia e Lega, oltre che il voto negativo di Fratelli d’Italia.

L’iter proseguirà con il voto in Consiglio comunale

La discussione in aula è stata portata avanti dalle commissioni Decoro e ambiente e Cultura e memoria, come raccontato da Repubblica. A vincere sono stati i sì, quindi la proposta andrà in consiglio comunale. La discussione è in programma per il 30 gennaio e si attendono ospiti d’eccezione, tra cui l’Anpi. La risoluzione, qualora approvata, chiederà al sindaco Roberto Gualtieri di far partire «con rapidità l’interlocuzione con Inail ed i condomini interessati, ai fini della non più rinviabile rimozione della croce celtica posta nel piazzale». Si chiede anche la «rimozione del murales che riporta la scritta “Acca Larentia” con la croce celtica di seguito, su via Tuscolana altezza Piazza Santa Maria Ausiliatrice. Nonché di tutti i manifesti abusivi ivi affissi». E infine che «venga negata l’autorizzazione allo svolgimento della manifestazione del 7 gennaio».

Petruzzi (Pd): «Simboli nazi-fascisti contro la Costituzione»

In attesa della discussione in Consiglio comunale, a parlare è stato Nicola Petruzzi. Il segretario del circolo Pd Togliatti-Subaugusta, ha spiegato: «Crediamo che la rimozione di simboli nazi-fascisti, incompatibili con i valori della nostra Costituzione democratica e antifascista, sia fondamentale. Soprattutto in un momento dove la tolleranza viene utilizzata da alcuni come legittimazione di un passato che non deve tornare». Si attende la nuova votazione per capire quale posizione prenderà il centrodestra.