Cosa sappiamo sugli accoltellamenti alla stazione di Manchester

Cosa sappiamo sugli accoltellamenti alla stazione di Manchester

01 Gennaio 2019 08.08
Like me!

Tre persone sono state accoltellate la sera del 31 dicembre alla stazione "Victoria" di Manchester, nel Regno Unito. L'aggressore, secondo alcuni testimoni, avrebbe invocato più volte Allah. Ecco cosa sappiamo finora.

INDAGINI AFFIDATE ALL'ANTITERRORISMO

L'attacco è avvenuto poco prima delle 21, nei pressi di una fermata del tram. Secondo alcuni testimoni, l’uomo ha urlato frasi come «se attaccate altri Paesi dovete aspettarvi questo a casa vostra», oltre ad aver invocato più volte Allah. Sul caso indaga l’antiterrorismo.

CHI SONO I FERITI

Con un lungo coltello da cucina sono stati feriti un uomo e una donna di circa 50 anni e anche un poliziotto. L'aggressore è stato poi bloccato e arrestato da altri agenti. I tre feriti sono tutti ricoverati in gravi condizioni. La donna è stata colpita al viso e all’addome, l’uomo all’addome. Il poliziotto ha subìto una coltellata alla spalla e successivamente è stato dimesso dall’ospedale.

L'ATTENTATO AL CONCERTO DI ARIANA GRANDE

Quanto accaduto ha rievocato a Manchester l’incubo dell’attentato terroristico del 22 maggio 2017 rivendicato dall’Isis. In quell’occasione Salman Ramadan Abedi, un ragazzo inglese 22enne di origine libica, si fece esplodere all’uscita di un concerto della cantante americana Ariana Grande alla Manchester Arena. Il bilancio fu di 22 morti e 250 feriti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

ARTICOLI CORRELATI

Commenti: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *