Accoltellata in un’area di sosta, fermato l’ex marito che aveva negato il suo coinvolgimento

Redazione
10/01/2024

Il reato contestato all'uomo è il tentato omicidio. Inizialmente ha tentato anche di depistare le indagini.

Accoltellata in un’area di sosta, fermato l’ex marito che aveva negato il suo coinvolgimento

Svolta nel caso dell’accoltellamento di Santo Stefano. Lo scorso 26 dicembre una donna di 58 anni è stata accoltellata da un uomo incappucciato. Si trovava ferma in auto, nell’area di servizio Bisenzio Est, sull’Autostrada del Sole tra Firenze e Prato. Grazie a una reazione di puro istinto, è riuscita a salvarsi e a rimediare soltanto una ferita alla gamba. Da quel giorno, la squadra mobile della questura e gli agenti della polizia stradale hanno indagato per capire chi sia l’aggressore. Due settimane dopo la vicenda, è stato il pm Lorenzo Boscagli a firmare un decreto di fermo a carico dell’ex marito, già accusato in passato per maltrattamenti e percosse nei confronti della ex.

L’uomo è accusato di tentato omicidio

Il reato contestato all’uomo è il tentato omicidio. Dopo l’aggressione aveva negato il proprio coinvolgimento e si era messo a disposizione degli inquirenti. Per l’accusa ha cercato di colpire la donna al petto, ma ha desistito dopo la disperata reazione della ex moglie. Dopo l’aggressione avrebbe anche tentato di sviare le indagini con una serie di espedienti. Adesso è in carcere in attesa dell’udienza di convalida. La donna, un’insegnante che abita in provincia di Milano, stava tornando a casa da Roma insieme alle due figlie. Le due ragazze erano al bar quando l’aggressore ha aperto la portiere a l’ha colpita.