Aeroporti senza carburante

Redazione
15/10/2010

Gli effetti del blocco delle raffinerie francesi nei giorni scorsi, legati alla protesta contro la riforma delle pensioni, iniziano a...

Aeroporti senza carburante

Gli effetti del blocco delle raffinerie francesi nei giorni scorsi, legati alla protesta contro la riforma delle pensioni, iniziano a farsi sentire. Il 15 ottobre è stato bloccato per mancanza di carburante l’oleodotto che rifornisce gli aeroporti, gestito dall’azienda Trapil.
In scacco sono gli aeroporti di Parigi Orly e Roissy, il terminale alla periferia parigina di Coignieres, quello di Orleans e di Tours, nel cuore del Paese. Con l’adesione alla protesta dei lavoratori degli impianti di Gravenchon nella Seine-Maritime e di Reichstett nel Basso Reno, tutte le 12 raffinerie di Francia si sono ufficialmente fermate. L’Eliseo non cede ma gli scioperanti, che avversano l’innalzamento di due anni dell’età pensionabile voluta da Sarkozy, rilanciano.